Acs, 300 milioni cristiani a rischio

Acs, 300 milioni cristiani a rischio
Monteduro, 'Assistiamo a migrazione del terrorismo'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - "I cristiani sono il gruppo religioso maggiormente perseguitato e l'asse del fondamentalismo islamista si è ormai spostato dal Medio Oriente all'Africa e all'Asia meridionale ed orientale": è quanto sottolinea il nuovo studio sulla persecuzione anticristiana della Fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre, presentato a Roma nella basilica di San Bartolomeo all'Isola. Acs denuncia come siano quasi 300 milioni i cristiani che vivono in terre di persecuzione. Nel periodo in esame la situazione non è migliorata e la lista dei Paesi in cui i cristiani soffrono si arricchisce di nazioni quali Camerun, Burkina Faso e Sri Lanka. Gli ultimi due rappresentano per il direttore di Acs, Alessandro Monteduro, gli esempi più drammatici di questo mutato scenario. "Il focus Acs dimostra che la sola risposta militare non è sufficiente - afferma Monteduro - Dal 2017, dalla sconfitta di Isis nel nord dell'Iraq e in gran parte della Siria, abbiamo assistito alla migrazione del terrorismo in altre aree del mondo".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni

Israele in marcia per gli ostaggi: si negozia per tregua con Hamas e sul futuro di Gaza