EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Euronews Sera | TG europeo, edizione di venerdì 4 ottobre 2019

Euronews Sera | TG europeo, edizione di venerdì 4 ottobre 2019
Diritti d'autore 
Di Stefania De Michele
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nel notiziario gli sviluppi di Brexit, dazi statunitensi sull'export europeo, elezioni in Portogallo e Kosovo

PUBBLICITÀ

Euronews Sera: l'appuntamento quotidiano con l'informazione. I principali titoli della giornata:

Brexit, 15 giorni per trovare un accordo. Senza l'intesa con l'Unione Europea, si fa sempre più strada l'ipotesi di una richiesta di rinvio da parte del premier britannico Boris Johnson.

Dopo l'annuncio dei dazi statunitensi sui prodotti agroalimentari europei, che scatteranno il 18 ottobre prossimo, Italia ed Europa adottano una serie di contromisure per la salvaguardia dell'export.

Elezioni politiche domenica in Portogallo. Il Partito Socialista potrebbe superare il 39% delle preferenze e governare da solo. In caso contrario potrebbe essere riproposta l'alleanza, che ha portato sinistra e ambientalisti a sostenere il governo uscente.

Il Kosovo va al voto anticipato dopo le dimissioni del primo ministro, convocato da un tribunale speciale, che indaga sui crimini di guerra commessi durante il conflitto tra Kosovo e Serbia del '98-'99.

A Hong Kongmanifestare con una maschera diventa reato. La governatrice precisa: nessuna pressione da Pechino, misura adottata in piena autonomia.

È ispirato alla stella del calcio Lionel Messi e al suo talento il nuovo spettacolo del Cirque du Soleil, presentato in anteprima a Barcellona.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Irlanda del Nord: Londra approva l'intesa sulla fine dello stallo politico

Irlanda del Nord: raggiunto un accordo con il governo del Regno Unito, fine al boicottaggio

Il governo britannico è accusato di spaventare gli immigrati per indurli a lasciare il Paese