Uccisa a bastonate: confermato ergastolo

Uccisa a bastonate: confermato ergastolo
Giulia Ballestri venne uccisa a Ravenna nel settembre 2016
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 26 SET - La Corte d'Assise d'Appello di Bologna, presieduta dal giudice Orazio Pescatore, ha confermato l'ergastolo per Matteo Cagnoni, il dermatologo già condannato in primo grado al carcere a vita per l'omicidio avvenuto il 16 settembre 2016 della moglie Giulia Ballestri, 39 anni, uccisa a bastonate in una villa di famiglia da tempo disabitata, a Ravenna. La decisione del collegio è arrivata dopo tre ore di camera di consiglio. "Le cose sono andate come dovevano andare. Ogni sentenza è uno strazio perché si riapre una ferita. E' soltanto il secondo grado, aspettiamo la sentenza definitiva". Così l'avvocato Giovanni Scudellari, che assiste come parte civile la famiglia di Giulia Ballestri, ha commentato la decisione dei giudici, che hanno confermato anche le aggravanti della premeditazione e della crudeltà. Questa mattina, al termine della sua arringa, il legale che assiste Cagnoni, l'avvocato Gabriele Bordoni, aveva chiesto alla Corte di sottoporre l'imputato ad una perizia psichiatrica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il nuovo patto Ue per la migrazione "inaugurerà un'era mortale di sorveglianza digitale"

Elezioni Ue, Grecia: disoccupazione alta e salari bassi preoccupano i giovani

Le notizie del giorno | 17 aprile - Serale