Convegno Us Acli, 'tutele a chi lavora'

Convegno Us Acli, 'tutele a chi lavora'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Più tutele per chi lavora nello sport, dagli atleti di alto livello ai dilettanti, compresi i tecnici e tutte quelle figure che vivono prevalentemente di sport. Questo il tema del dibattito organizzato dalla Us ACli a Roma, 'Sport e Lavoro: diritti e tutele'. "La legge sul professionismo non deve essere per togliere tutele ai Ronaldo ma per darne ai nostri atleti olimpici, gran parte dei quali sono dilettanti", ha detto il n.1 Aic, Damiano Tommasi. Argomento attuale, il semi professionismo nel calcio femminile: "La auspichiamo da tantissimo tempo - spiega la ct azzurra, Milena Bertolini - Io sono positiva , ci scommetterei molto". Il presidente dell'Us Acli, Damiano Lembo, ha chiarito: "Siamo sentinelle, attendiamo i decreti attuativi della Legge, anche su questo vogliamo essere parte attiva del Paese". Il sottosegretario al lavoro Francesca Puglisi, ha ammesso: "Credo sia giusto coinvolgere tutti gli attori del sistema per riscrivere insieme i decreti attuativi della Legge e della riforma del Terzo Settore".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia, si ampliano le proteste degli agricoltori: occupata l'autostrada che porta in Germania

Ungheria, opposizione ancora in piazza a Budapest contro Orbán

San Paolo, bagno di folla per Jair Bolsonaro: l'ex presidente respinge le accuse di golpe