Inchiesta pompe funebri, 50 a giudizio

Inchiesta pompe funebri, 50 a giudizio
Udienza il 29 novembre, per Pm 2 cartelli controllavano business
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 25 SET - È fissata per il 29 novembre davanti al gup del tribunale di Bologna la prima data dell'udienza preliminare di 'Mondo sepolto', l'inchiesta di Carabinieri e Procura che ha portato alla luce una sorta di racket delle pompe funebri, con due cartelli di imprese che 'controllavano' le camere mortuarie degli ospedali Sant'Orsola e Maggiore. Il pm Augusto Borghini ha chiesto il rinvio a giudizio per 50, 41 persone fisiche e nove società. A metà luglio in 19 avevano chiuso la vicenda patteggiando, con pene fino a quattro anni e tra chi ha fatto questa scelta c'erano anche Giancarlo Armaroli e Massimo Benetti, considerati dall'accusa ai vertici delle due organizzazioni. Il gup Grazia Nart ha già indicato altre udienze successive, fino al 24 gennaio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista

Accoltellamento in Australia, all'eroe francese un visto di residenza permanente

Ritiro delle truppe dal Karabakh dove i russi erano forza di pace