Tour: Bernal, aspetto ad esultare

Tour: Bernal, aspetto ad esultare
Un colombiano in maglia gialla: "Non mi sarei voluto fermare"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - La maglia gialla addosso, le mani sul volto per nascondere le lacrime. Egan Bernal rischia di stabilire un record: quello di diventare, non il più giovane (il record è di 19 anni, 11 mesi e 19 giorni, stabilito dal francese Hemri Cornet nel 1904), ma il primo colombiano a vincere un Tour de France. Mancano ancora due tappe al trionfo e il 22enne della Ineos non sta nella pelle, dopo avere indossato oggi sulle Alpi, nella tappa interrotta dal maltempo, la maglia più ambita e importante. "Mi hanno detto di fermarmi proprio mentre ero all'attacco - le parole di Bernal, che adesso ha 48" di vantaggio su Julian Alaphilippe e 1'16" su Geraint Thomas -. A dire il vero non volevo fermarmi, poi mi è stato comunicato che la corsa era sospesa, finita. Non si poteva più andare avanti. Sono felice per la maglia gialla, ancora non ci credo, sogno di difenderla fino a Parigi. Non posso esultare adesso, perché domani c'è un'altra tappa durissima, che spero di superare. Ora mi viene da piangere per la gioia".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti: anniversario strage di Cutro, i parenti delle vittime denunceranno il governo italiano

Fonti vicine a Navalny: "Trattative per uno scambio di detenuti" poco prima della morte

Le notizie del giorno | 26 febbraio - Serale