Africani contro venditori su spiagge

Africani contro venditori su spiagge
Iniziativa a Varazze. 'Così non ci dicono razzisti'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VARAZZE (SAVONA), 23 GIU - Per tenere sotto controllo il fenomeno dei venditori abusi sulle spiagge il Comune di Varazze si affida a controllori africani. "Sarà anche un modo per non essere tacciati di razzismo", dicono gli ideatori del servizio. La proposta è stata avanzata dalla Mas Security & Investigation di Savona e sposata dal Comune. Per il servizio sono stati 'arruolati' tre guardie extracomunitarie, due di origine senegalese e una marocchina. Assunti anni fa dalla ditta di sorveglianza privata, i tre giovani sono stati scelti per favorire la comunicazione, risolvendo poi definitivamente il problema delle critiche d'intolleranza rivolte alle guardie durante le scorse stagioni. "Sulla spiaggia varazzina faremo semplicemente rispettare la legge. Stiamo svolgendo un lavoro onesto e inviteremo i nostri connazionali a fare altrettanto", dice Nabil El Kamili, 38 anni, marocchino, assunto da 9 anni dall'azienda savonese e selezionato per l'appalto varazzino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Udienza per l'estradizione di Assange, gli Usa: Ha messo in pericolo vite innocenti

Le notizie del giorno | 21 febbraio - Serale

La Russia zittisce Radio Free Europe: "Organizzazione indesiderabile"