EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

MH17: il team di investigatori internazionali indica i nomi dei 4 sospettati. Nel 2020 il processo

Wilbert Paulissen, uno degli investigatori del team internazionale
Wilbert Paulissen, uno degli investigatori del team internazionale
Diritti d'autore 
Di Simona Zecchi
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I sospetti del team di investigatori olandesi riuniti in conferenza stampa per l'annuncio sono arrivati dunque a un atto concreto. La reazione dei familiari, alcuni dei quali hanno presentato ricorso alla Corte di Strasburgo contro la Russia, parlano di sollievo.

PUBBLICITÀ

Il Joint Investigation Team olandese, la squadra internazionale che si occupa del caso sin dalla sua apertura, ha incriminato per omicidio quattro persone: tre di nazionalità russa e uno di nazionalità ucraina, per il ruolo avuto nell'abbattimento del Boeing della Malaysia Airlines nei cieli dell'Ucraina orientale, costato la vita a 298 tra passeggeri e membri dell'equipaggio. I sospetti del team di investigatori olandesi sono arrivati dunque a un atto concreto.

Reuters/Maxim Zmeyev

Il Jet line MH17 precipitava in Ucraina il 17 aprile del 2014 in un punto vicino al confine con la Russia -zona in mano ai separatisti filo-russi e abitata prevalentemente da russofoni-. L'aereo era partito da Amsterdam e diretto a Kuala Lumpur. Molti dei passeggeri, erano diretti in Australia, a Melbourne, per il convegno internazionale dell’ONU sull’AIDS. L’aereo precipitò in un grande campo. Tra i primi ad accorere alcuni minatori del vicino villaggio che videro qualcosa cadere dal cielo.

Parti dell’aereo e dei cadaveri erano sparsi nel raggio di 15 chilometri; molti dei passeggeri indossavano ancora le cinture ed erano ancora legati ai pezzi di quell’aereo.

I sospetti da parte dei Paesi Bassi, e non solo, hanno da sempre indicato che i separatisti russi ucraini fossero coinvolti nello schianto del volo. Il Joint Investigation Team è stato formato nel 2014 da Australia, Belgio, Malesia, Paesi Bassi e Ucraina per indagare. 

Mosca nega ogni coinvolgimento e sostiene di non aiutare finanziariamente o militarmente i ribelli filo-russi che combattono le truppe del governo ucraino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il comandante Strelkov e il volo MH17 abbattuto in Ucraina: "Su di me nessuna prova"

Volo MH17: incriminati 3 russi e un ucraino

Australia: "Missile russo abbattè volo MH17"