Appendino, ero contro consulenza Libro

Appendino, ero contro consulenza Libro
Sindaca interrogata in procura, concorso peculato l'accusa
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 19 GIU - La consulenza della Fondazione per il Libro a Luca Pasquaretta, all'epoca portavoce di Chiara Appendino, è stata assegnata "contro la mia volontà e a mia insaputa". Lo ha affermato la sindaca di Torino ai magistrati che questa mattina l'hanno interrogata in procura. Appendino rende noto di avere anche "prodotto ai pubblici ministeri materiale attestante quanto da me riferito". "Ho dimostrato agli inquirenti, richiamando il mio intervento in Consiglio del febbraio 2017 dove avevo espresso contrarietà a qualunque tipo di assegnazione di incarico consulenziale con retribuzione economica - ha aggiunto Appendino -, di non essere stata a conoscenza del successivo sviluppo. Ero convinta che tutti avessero preso atto di tale mia ferma posizione - ha insistito - e quando il 4 maggio 2018, cioè un ano dopo la fine dell'incarico, venni a sapere da una testata giornalistica che la consulenza era stata assegnata, immediatamente reagii lamentando l'assegnazione dell'incarico contro la mia volontà e a mia insaputa".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco