Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Shinzo Abe a Rouhani: "Giappone farà di tutto per alleviare le tensioni tra Iran e USA"

Shinzo Abe a Rouhani: "Giappone farà di tutto per alleviare le tensioni tra Iran e USA"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Al via il viaggio del premier giapponese Shinzo Abe a Teheran per una visita molto attesa, la prima di un capo del governo di Tokyo dalla Fondazione della Repubblica islamica 40 anni fa, nella quale è andato alla ricerca di una mediazione sul dossier nucleare fra Iran e Stati Uniti. Una missione preceduta il giorno prima da una telefonata del presidente americano Donald Trump e conclusa con una conferenza stampa dai toni costruttivi da parte nipponica, di attesa da parte iraniana.

"Apprezziamo molto la cooperazione dell'Iran con l'Agenzia internazionale per l'energia atomica. Speriamo che l'Iran continui a rispettare l'accordo nucleare" (white flash) "il Giappone farà tutto il possibile per alleviare le tensioni", cosi il primo ministro giapponese Shinzo Abe.

Il ruolo di Abe
Il Giappone gode di buone relazioni bilaterali con l'Iran, da cui prima delle sanzioni importava il 5% del suo petrolio. Abe incontrerà la Guida suprema, l'ayatollah Ali Khamenei al quale ricorderà della sua fatwa contro le armi nucleari, ed ha avuto un colloquio con presidente Hassan Rohani che pur apprezzando l'impegno giapponese è rimasto, comunque, su posizioni di attesa e di difesa.

"Non vogliamo fare la guerra contro l'America o qualsiasi altro paese - ha affermato il presidente iraniano Hassan Rouhani - Non abbiamo questa intenzione. Ma se ci sarà un attacco o un'invasione contro l'Iran, daremo una risposta schiacciante".

Le tensioni
Le tensioni in Medio Oriente stanno salendo e c’è il rischio di un conflitto militare, quindi è necessario prevenire il rischio dell’esplosione accidentale di una guerra, ha aggiunto Shinzo Abe che per convincere Teheran ad avere un ruolo costruttivo ha fatto riferimento alla religione islamica, che consiglia sempre la moderazione.

L'ultim'ora Il ministro degli esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha dichiarato che è sospetto il fatto che le due petroliere nel golfo abbiano avuto un incidente proprio nel giorno della visita di Shinzo Abe. Dello stesso avviso anche il ministro del Commercio nipponico Hiroshige Seko che ha dichiarato: "Le due petroliere nel Golfo di Oman sono state attaccate e trasportavano carichi collegati al Giappone". "Ho avuto informazioni che le due navi con carico diretto in Giappone sono state attaccate vicino allo Stretto di Hormuz", ha detto Seko, "proprio quando Shinzo Abe è in Iran".