Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il neo presidente kazako: elezioni giuste e corrette

Il neo presidente kazako: elezioni giuste e corrette
Diritti d'autore
REUTERS/Mukhtar Kholdorbekov
Dimensioni di testo Aa Aa

All'indomani delle proteste di piazza seguite alle presidenziali in Kazakistan, il neo presidente Kassym-Jomart Tokayev, eletto con il 70% dei voti, ha parlato in esclusiva con euronews.

Su arresti e repressione è stato chiaro: "Per quanto riguarda i manifestanti: sono scesi in piazza per esprimere il proprio disagio, stiamo portando avanti le nostre indagini e per il momento le proteste riguardano essenzialmente i problemi sociali. Non nego che tali problemi esistano, la popolazione sta diventando più povera e la gente chiede soluzioni ai problemi socio-economici. Abbiamo ascoltato le loro lamentele e provvederemo.

Ci sono persone che hanno commesso, durante le proteste, reati minori che non danneggiano la sicurezza del nostro Paese e saranno rilasciati molto presto. Mi è stato detto che tra gli arrestati ci sono anche persone che sono state arrestate per errore, chiediamo scusa, saranno lasciate andare presto, quindi il problema verrà risolto".

-E a chi parla di brogli elettorali, cosa dice?

"Saranno rilasciati, ovviamente, perché ovviamente è la loro opinione. Anche se ritengo che le elezioni si siano svolte correttamente".

-Le proteste in strada verranno bloccate?

"Verranno bloccate perché sono illegali. Il procuratore generale ha messo in guardia più volte sull'illegalità di questi raduni, incontri non autorizzati , disordini che danneggiano anche coloro che non vogliono prendervi parte".

Le elezioni di domenica hanno incoronato Kassym-Jomart Tokayev con il 70% dei voti favorevoli, considerato il delfino di Nursultán Nazarbayev, storico capo di Stato del Kazakhastan, la sua elezione è stata vissuta come una nuova vessazione dalla gente . Gli applausi lo hanno accolto invece in parlamento.