ULTIM'ORA

Virginia Beach: l'assalitore lavorava all'ufficio comunale da 15 anni, ha fatto strage di colleghi

Virginia Beach: l'assalitore lavorava all'ufficio comunale da 15 anni, ha fatto strage di colleghi
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità della città americana di Virginia Beach, costa est degli Stati Uniti, sono al lavoro per capire le ragioni dell'ennesima strage nel Paese a colpi di arma da fuoco. Un dipendente comunale venerdì è arrivato sul posto di lavoro armato di fucile e pistola e ha ucciso 12 colleghi, ferendone altri quattro.

Uno a uno, i loro volti sono stati proiettati nel corso di una toccante conferenza stampa al commissariato della polizia locale.

"Il sospetto, e questa è l'unica volta che pronunceremo il suo nome, è Dewayne Craddock - ha annunciato il comandante della Polizia, James Cervera - Era un ingegnere che si occupava di servizi pubblici. Lavorava nel dipartimento da 15 anni. Abbiamo informato la sua famiglia".

Tra i feriti, salvo grazie al giubbotto antiproiettile, c'è anche un agente di sicurezza. La polizia ha individuato il responsabile seguendo il rumore degli spari e lo ha ucciso, al termine di un prolungato scontro a fuoco.

"Ho visto quest'uomo e un agente correre proprio di fronte alla mia macchina - dice una testimone - Era coperto di sangue. Non mi ero accorta di essere così vicina alla sparatoria e anzi non ho saputo fino a sera che in quel momento diverse persone erano morte. È sconvolgente".

Il presidente americano Donald Trump ha espresso cordoglio per la vicenda in mattinata, via Twitter. Nessun riferimento però al tema del controllo sulle armi negli Usa, dove sono già 150, da inizio anno, le sparatorie di massa. Con questo termine si indicano gli episodi che hanno registrato almeno quattro vittime.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.