Cannabis: produttore, campagna sbagliata

Cannabis: produttore, campagna sbagliata
'Speculazione politica crea fake news, questa non è droga'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 31 MAG - C'è attesa e preoccupazione, a Milano, nei negozi che vendono la cosiddetta 'Cannabis legale' o 'Cannabis light'. Da un lato, infatti, si teme che il recente pronunciamento della Corte Costituzionale possa dare via a una stretta sulle licenze di commercializzazione, dall'altra si recrimina sulla "speculazione politica" che sta creando "fake news" sui prodotti a base di marijuana. "Si tratta proprio di un'altra cosa", dice Maurizio Gola, titolare di una rivendita che espone il marchio 'Santamaria'. "Qui vengono donne a comprare l'olio per i dolori mestruali, sportivi per i prodotti antidolorifici - racconta - Poi, certo, arriva anche qualche ragazzo che chiede da fumare e gli dico che ha sbagliato posto". "Io ho investito in una nuova attività - spiega un ex manager che ha deciso di darsi alla coltivazione di canapa - e questa campagna politica è sbagliata non solo perché mette a rischio i posti di un settore in espansione, ma perché sta screditando un mondo che nulla ha a che vedere con la droga".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump