Truffa al sistema sanitario lombardo

Truffa al sistema sanitario lombardo
Indagati 5 medici a Bergamo, danno da 950mila euro
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BERGAMO, 30 MAG - Una presunta frode ai danni del Servizio sanitario regionale lombardo è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Bergamo, che ha denunciato a piede libero cinque dirigenti medici delle aziende socio sanitarie Bergamo Ovest (Treviglio) e Bergamo Est (Seriate). I cinque, stando alle contestazioni, pur avendo scelto di lavorare in regime libero-professionale all'interno di ospedali pubblici - ovvero il cosiddetto regime 'intramoenia' -, assicurandosi così un'indennità di esclusività pari complessivamente a 200 mila euro in aggiunta agli stipendi, in realtà esercitavano la professione sanitaria anche all'esterno. Le fiamme gialle hanno ricostruito visite e prestazioni effettuate dai medici nei confronti di singoli pazienti in strutture sanitarie private, all'insaputa delle amministrazioni pubbliche di rispettiva appartenenza e incassando ulteriori compensi ricostruiti dai militari in 750mila euro. Il danno al Servizio sanitario regionale ammonta a 950 mila euro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cosa sono le difese aeree di Israele? E perché sono così efficaci?

Attacco iraniano: condanna da parte dell'Italia, Meloni convoca il G7

Attacco a Sydney: identificato l'aggressore, "non era terrorismo"