Come sono cambiati i colori politici in Europa negli ultimi 70 anni

Come sono cambiati i colori politici in Europa negli ultimi 70 anni
Diritti d'autore Video e grafica: Next New Media Montalto Monella, Lillo
Diritti d'autore Video e grafica: Next New Media
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un continente sostanzialmente moderato, dal dopoguerra ad oggi, ma in cui occasionalmente compaiono chiazze nere, estremiste o populiste.

PUBBLICITÀ

Com'è cambiata l'Europa dal dopoguerra alle elezioni europee di quest'anno? Questa mappa animata mostra, a colpo d'occhio, l'evoluzione politica nel tempo del Vecchio Continente, che nel frattempo anche grazie alla creazione dell'Europa unita (oggi Unione europea), ha potuto godere del periodo di pace più lungo nella sua travagliata storia. 

Il video, creato da Next New Media, è stato realizzando assegnando un diverso colore politico ai governi di ogni Paese prendendo a riferimento il partito del presidente del Consiglio/premier - o quello di maggioranza relativa. 

Come si vede, col passare degli anni le chiazze di nero (regimi non democratici) hanno lasciato il posto a colori più rassicuranti, azzurro o arancione (popolari o centrosinistra). Se poche sono state le esperienze di governo di estrema destra o di estrema sinistra, in un'Europa sostanzialmente moderata, negli ultimi anni ha iniziato a fare capolino il colore verde: quello degli esecutivi definiti sovranisti o populisti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Europee 2019, 550 liste ai blocchi di partenza: in quale Paese si presentano più partiti?

Elezioni regionali in Abruzzo: vince la destra con Marco Marsilio, riconfermato l'uomo di Meloni

Vienna: proteste contro il ballo organizzato dall'estrema destra