EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

India: Modi troppo forte, Gandhi perde anche il seggio di famiglia

India: Modi troppo forte, Gandhi perde anche il seggio di famiglia
Diritti d'autore  REUTERS/Adnan Abidi
Diritti d'autore  REUTERS/Adnan Abidi
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

India: Modi troppo forte, Gandhi perde anche il seggio di famiglia. Modi sarà per altri 5 anni primo ministro dell'India dopo le elezioni che lo hanno visto vincere con la più ampia percentuale mai ottenuta da un singolo partito dal 1984.

PUBBLICITÀ

Narendra Modi sarà per altri 5 anni primo ministro dell'India dopo le elezioni che lo hanno visto vincere con la più ampia percentuale mai ottenuta da un singolo partito dal 1984.

Populista, autoritario e divisivo, Modi si avvia a governare con una maggioranza di oltre il 60%. Una vittoria così travolgente che Rahul Gandhi, leader del Partito del Congresso e rampollo della più celebre dinastia politica indiana, potrebbe aver perso la roccaforte di Amethi, nell'Uttar Pradesh, feudo della sua famiglia da decenni.

Il successo dei nazionalisti hindu è dovuto in larga misura a quello che i politologi chiamano il "Modi Brand", la personalità del leader che riesce a far passare in secondo piano i risultati non sempre brillanti del governo incapace, ad esempio, di arginare l'aumento dei reati contro le minoranze musulmane e dalit.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'india al voto, al via le elezioni più grandi del mondo

L'India bombarda il Kashmir pakistano

Modi da Abbas: prove tecniche di un nuovo asse?