Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chi è Manfred Weber, il candidato dei Popolari alla Commissione Ue

Chi è Manfred Weber, il candidato dei Popolari alla Commissione Ue
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Partito Popolare Europeo (PPE) ha scelto il tedesco Manfred Weber come suo candidato di punta - o spitzenkandidat - per la carica di prossimo presidente della Commissione europea. Jean-Claude Juncker, anch'egli del PPE, ha dichiarato da tempo che non ambisce ad un secondo mandato.

A marzo, Weber, 46 anni, ha battuto l'ex primo ministro finlandese Alexander Stubb ed ha avuto la delega di rappresentare il partito al congresso di Helsinki del novembre scorso, forte di 492 dei 619 voti dei delegati di partito. Arriva all'appuntamento elettorale del 23/26 maggio come uno dei grandi favoriti.

Ma chi è Weber, e quali sono le sue opinioni politiche?

Weber è conosciuto a Bruxelles come abile mediatore e politico moderato. Ha iniziato la sua carriera politica all'età di 29 anni, quando è diventato il più giovane membro del parlamento bavarese nel 2003.

Weber è stato eletto leader del PPE nel 2014. All'età di 41 anni, era già il più giovane capogruppo del Parlamento europeo dell'epoca. Nato a Landshut, in Baviera, Germania occidentale, nel 1972, e si è laureato in ingegneria presso una Fachhochschule, o Università di Scienze Applicate, nel 1996.

E' per le sue posizioni dure in tema di migrazioni anche se si è molto battuto contro i populisti europei anti-immigranti. In un suo discorso, ha fatto riferimento alla necessità di un "rigoroso controllo delle frontiere" e nel dibattito con gli altri candidati dell'Europarlamento ha promesso 10mila agenti di frontex subito per controllare le frontiere, dicendo che "serve un grande piano Marshall per l’Africa e un commissario per l’Africa".

Se verrà eletto presidente della Commissione europea, insisterà per un "meccanismo vincolante dello Stato di diritto" al fine di "garantire i nostri principi nell'Unione europea di oggi". Weber, come Berlusconi, cita spesso la minaccia economica cinese come uno dei temi più urgenti da affontare da parte della Ue. Ha espresso inoltre la sua opposizione all'adesione della Turchia all'Unione europea.

In passato, ha criticato anche la dipendenza dell'UE dall'energia russa. In una lettera del 2016 al ministro dell'economia tedesco e commissario europeo per l'energia, Weber ha affermato che il gasdotto Nord Stream 2 proposto avrebbe minato gli obiettivi di sicurezza dell'UE e aumentato la dipendenza da Gazprom, il gigante russo del gas.

Com'è il suo rapporto con la Merkel?

Si dice che Weber si ispiri al pragmatismo di Angela Merkel. Il politico di centrodestra è stato un alleato chiave della cancelliera Angela Merkel, che guida la Germania dal 2005. Merkel era presente al congresso di Helsinki e ha pronunciato un discorso a sostegno di Weber.

Video: Next New Media.