Gattuso: "Nel mio Milan regole e storia"

Gattuso: "Nel mio Milan regole e storia"
'Mentalità giocatori cambiata, ma piano piano si può ritrovare'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 29 APR - "La salvezza del Milan era sempre stata il rispetto delle regole. Poche volte serviva l'intervento di Galliani e Berlusconi. C'era una grande mentalità, grande storia. E si rispettava la storia. Ora si fa più fatica. La mentalità dei giocatori è cambiata". Lo dice Gennaro Gattuso, durante la presentazione del libro 'Da Calciopoli ai Pink Floyd', di Alberto Costa. "Quando sono andato via - spiega - avevo capito che era cambiato qualcosa. Facevo fatica a parlare la lingua che per tanti anni avevo sentito. Il primo giorno a Milanello mi feci la barba, lasciai due peli nel lavandino... Presi due schiaffi in testa da Costacurta, capivi subito la mentalità. Ora c'è una mentalità diversa e piano piano si può lavorare per far ritrovare quella di prima. I tempi sono cambiati, si possono trovare ragazzi che hanno voglia di migliorarsi, ma un allenatore deve avere anche la fortuna di trovarli". Un concetto confermato anche da Carlo Ancelotti: "Ora è più difficile allenare rispetto a 20 anni fa, manca l'aggregazione".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svizzera, referendum pensioni: sì ad aumento, no all'età a 66 anni

Russia, sei membri dell'Isis uccisi dall'antiterrorismo in Inguscezia

Portogallo: oltre 200mila elettori alle urne per il voto anticipato