ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Gattuso: "Nel mio Milan regole e storia"

Gattuso: "Nel mio Milan regole e storia"
'Mentalità giocatori cambiata, ma piano piano si può ritrovare'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 29 APR – “La salvezza del Milan era sempre
stata il rispetto delle regole. Poche volte serviva l’intervento
di Galliani e Berlusconi. C’era una grande mentalità, grande
storia. E si rispettava la storia. Ora si fa più fatica. La
mentalità dei giocatori è cambiata”. Lo dice Gennaro Gattuso,
durante la presentazione del libro ‘Da Calciopoli ai Pink
Floyd’, di Alberto Costa. “Quando sono andato via – spiega – avevo capito che era cambiato qualcosa. Facevo fatica a parlare
la lingua che per tanti anni avevo sentito. Il primo giorno a
Milanello mi feci la barba, lasciai due peli nel lavandino…
Presi due schiaffi in testa da Costacurta, capivi subito la
mentalità. Ora c‘è una mentalità diversa e piano piano si può
lavorare per far ritrovare quella di prima. I tempi sono
cambiati, si possono trovare ragazzi che hanno voglia di
migliorarsi, ma un allenatore deve avere anche la fortuna di
trovarli”. Un concetto confermato anche da Carlo Ancelotti: “Ora
è più difficile allenare rispetto a 20 anni fa, manca
l’aggregazione”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.