Spiagge sarde depredate, trovata sabbia

Spiagge sarde depredate, trovata sabbia
Buste e scatole catalogate destinate probabilmente in Germania
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 19 APR - Neppure il tempo di avviare la nuova stagione estiva che la Sardegna subisce già nuovi furti di sabbia, conchiglie e altri materiali dai litorali. A darne notizia la pagina Facebook 'Sardegna Rubata e Depredata', che da tempo segnala i diversi ritrovamenti degli agenti dell'Airport Security di Cagliari, Olbia e Alghero e del Port Security di Olbia, Golfo Aranci, Cagliari, Porto Torres e Arbatax, sempre in prima linea contro i predatori dei tesori naturali dell'Isola. "Stagione 2019 già cominciata purtroppo - si legge nel post con allegata foto - Anche questa estate ne vedremo delle belle!". A metà marzo, come si legge in alcune delle confezioni ritrovate e probabilmente destinate a qualche collezionista tedesco ("Sardinien", è scritto nella catalogazione di buste e scatolette e "Reiskom" cioè 'chicco di riso'), a finire nel mirino dei predatori sono stati 8 litorali: Bosa (recuperata anche una Pinna Nobilis), Mari Ermi, Tharros e "Nord Oristano", Villasimius, Le Bombarde di Alghero e La Pelosa di Stintino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Meloni annuncia il rientro di Chico Forti: chi è l'ex velista condannato all'ergastolo negli Usa

Chiusi nuovi valichi tra Lituania e Bielorussia

Finlandia, Alexander Stubb è il 13° presidente: "Nuova era per il Paese"