ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: sentenza sui "veleni" della Monsanto

Usa: sentenza sui "veleni" della Monsanto
Dimensioni di testo Aa Aa

In questa storia Davide veste i panni di un agricoltore di 70 anni, Golia quelli del management del colosso Bayer.

Succede a San Franciso dove Edwin Hardeman, cittadino americano in pensione, affetto da linfoma non-Hodgkin, ha intentato una causa contro il gruppo Bayer per i possibili rischi di cancro derivanti dai prodotti della sua controllata Monsanto.

La tesi illustrata dai legali di Hardeman, e accolta dalla corte federale californiana, è che il prolungato utilizzo del RoundUp, l’erbicida a base di glifosato , prodotto dalla Bayer – Monsanto è stato uno dei “fattori sostanziali” che hanno causato l’insorgere della patologia.

Davide cercherà adesso di scagliare un'altra pietra: occorrerà infatti chiarire se la Monsanto abbia volutamento trascurato i rischi e l'entità dei danni potenziali.

Negli Stati Uniti, più di 11.000 tra agricoltori, giardinieri e consumatori hanno intentato cause contro il gigante delle sementi.

I guai giudiziari hanno fatto crollare di oltre il 10% le azioni della Bayer, che hanno anche raggiunto i 60 euro circa. A titolo di confronto, solo un anno fa il prezzo delle azioni Bayer era di circa 100 euro.