EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Francia: in marcia contro il glifosato

Francia: in marcia contro il glifosato
Diritti d'autore 
Di Eloisa Covelli
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Decine di città hanno aderito alle proteste mondiali contro l'erbicida prodotto soprattutto dalla Monsanto-Bayer

PUBBLICITÀ

E' arrivata al settimo anno la marcia mondiale contro Monsanto (comprata poi da Bayer), il produttore del diserbante considerato cangerogeno. Queste immagini che vedete arrivano dalla Francia dove una trentina di città si sono mobilitate contro il glifosato. La Francia è particolarmente sensibile al problema. Qui un agricoltore, Paul François, ha vinto in appello la causa contro l'azienda perché l'uso del glifosato gli avrebbe creato problemi neurologici. Ed è finito nel libro nero di un'agenzia di comunicazione che lavorava per la Monsanto e che ha classificato 200 persone in funzione delle loro posizioni sull'erbicida.

Reuters
Le proteste in Germania contro la MonsantoReuters

La polemica per la lista
In Francia è nata una grande polemica dopo la rivelazione di Le Monde e France 2 dell'esistenza di questa lista di persone, tra cui giornalisti, classificati in base alla loro posizione sul glifosato e sugli Ogm e alla loro propensione ad essere influenzati. Per questo la Bayer ha presentato le scuse e ha affermato di non tollerare alcun comportamento contrario all'etica.

I processi negli Usa
In California il 13 maggio la Monsanto è stata condannata a pagare 2 miliardi di dollari a due settantenni malati di cancro. E' la terza sentenza record negli Stati Uniti, tutte impugnate dalla multinazionale. A queste si aggiungono oltre 13mila cause in corso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa: sentenza sui "veleni" della Monsanto

Davide contro Golia: la sfida alla Monsanto in tribunale

Brindisi: proteste contro il “G7 della guerra”