Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Pedofilia, il cardinale: "La chiesa ha saputo ma non ha agito"

Pedofilia, il cardinale: "La chiesa ha saputo ma non ha agito"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno ancora due giorni i vescovi e i cardinali arrivati da tutto il mondo a Roma, per accogliere il messaggio inviato da papa Francesco all'avvio della conferenza contro la pedofilia: "prendere misure concrete ed efficaci, basta condanne di circostanza".

Un giorno storico, un messaggio dirompente che viene rilanciato. Ruben Salazar Gomez, arcivescovo di Bogotà ha detto in apertura della sessione pomeridiana: "Dobbiamo ammettere che molte volte la chiesa con i suoi vescovi lo ha saputo però non è stata capace di comportarsi come si deve per affrontare rapidamente la crisi provocata dagli abusi e ciò è stato fatto in molti modi: cercando di negare le dimensioni delle denunce, non ascoltando le vittime, ignorando i danni da loro subìti o trasferendo gli accusati altrove, dove hanno continuato ad abusare o cercando di comprare il silenzio delle vittime".

Fa subito il giro del mondo il j'accuse del cardinale, arcivescovo di Bogotà e presidente del Consiglio episcopale latinoamericano.

Tutto mentre le vittime dei preti pedofili venute a Roma dai cinque continenti denunciano, raccontano ai vescovi le loro esperienze, li fanno commuovere, stando alle cronache.

Loro meglio di ogni altro sanno che non sarà una conferenza a sradicare un male antico i cui numeri reali è impossibile sapere.