Saluti romani, 20 a processo a Milano

Saluti romani, 20 a processo a Milano
Decisione ribalta linea sentenza proscioglimento per caso simile
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 25 GEN - Sono stati rinviati a giudizio 20 esponenti di estrema destra che sette anni fa, a Milano, fecero saluti romani ed esibirono croci celtiche durante un corteo di 4 ore, e a cui parteciparono 700 persone, per commemorare lo studente Sergio Ramelli e l'avvocato Enrico Pedenovi, uccisi negli anni '70, e Carlo Borsani militare e stretto collaboratore di Mussolini ucciso nell'aprile del 1945. Lo ha deciso il gup Anna Calabi accogliendo la richiesta di processo del pm Piero Basilone, che ha contestato ai 20 imputati l'articolo 5 della legge Scelba, che punisce le "manifestazioni fasciste", e l'articolo 2 della legge Mancino che punisce organizzazioni, associazioni, movimenti che incitano "alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi". Una decisione quella del gup, che ha fissato l'inizio del processo per il 5 aprile.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Commissione Ue, il possibile ritorno di Mario Draghi in Europa piace in Italia

Usa, Donald Trump a cena con Andrzej Duda a New York: il tycoon sonda il terreno per la Casa Bianca

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista