EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Strage a san Pietroburgo: forse arrestato cervello dell'attacco

Strage a san Pietroburgo: forse arrestato cervello dell'attacco
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un uomo è stato fermato dai servizi segreti russi. Potrebbe essere la mente dell'attentato che ha fatto 14 morti nella metro di san Pietroburgo

PUBBLICITÀ

Un uomo sospettato di essere l’organizzatore dell’attacco alla metro di San Pietroburgo,
avvenuto due settimana fa, è stato arrestato vicino a Mosca.

È stato identificato come Abror Azimov, nato nel 1990 ed originario dell’Asia centrale. Sarebbe agli arresti nella città di Odintsovo a ovest della capitale russa, dove è interrogato dagli inquirenti. Si tratta della nona persona arrestata nell’inchiesta sull’attacco compiuto dal kamikaze kirghiso di etnia uzbeka di 22 anni, Akbardjon Jalilov.

Azimov è accusato di avere addestrato Jalilov ad usare la bomba che poi utilizzò compiendo la strage.

Gli sono stati sequestrati due smartphone che aveva con sé.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia: l'omaggio alle vittime del metrò di San Pietroburgo

Strage San Pietroburgo, l'attentatore è kamikaze kirghiso di 22 anni

Russia: espulso addetto militare ambasciata britannica, per Mosca è "persona non grata"