Pirataggio elezioni Usa, arrestato informatico russo in Spagna

Pirataggio elezioni Usa, arrestato informatico russo in Spagna
Di Andrea Neri Agenzie:  Reuters, Afp, Ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli Stati Uniti hanno ora 40 giorni per fornire alla giustizia spagnola prove a carico di Piotr Levachov per l'estradizione

PUBBLICITÀ

È stato arrestato in Spagna con l’accusa di essere implicato nell’operazione di sabotaggio della campagna elettorale negli Stati Uniti. Piotr Levachov, tecnico informatico russo, è stato incarcerato dalla polizia spagnola lunedì 10 aprile. Era in stato di fermo da venerdì scorso.

Gli Stati Uniti, che già avevano fatto richiesta d’estradizione, dispongono ora di 40 giorni di tempo per presentare alla giustizia spagnola le prove a carico del sospetto.

La Russia è apertamente accusata dall’Fbi di avere organizzato un’operazione di pirataggio informatico volta ad influenzare la campagna elettorale per l’elezione del Presidente.

Per decisione dell’ex-Presidente degli Stati Uniti Barack Obama una serie di sanzioni erano state stabilite a carico della Russia a seguito dell’ingerenza nella campagna elettorale. A fine dicembre 35 agenti dei servizi russi erano stati dichiarati persona non grata.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Spagna, 19 arresti: sono accusati di traffico di migranti

Serbia, investono una bambina di due anni e nascondono il corpo: arrestati due uomini

Attentato a Mosca: agli arresti un ottavo sospetto, il direttore dell'Fsb accusa Ucraina, Usa e Gb