Crimea: "spia di Kiev" russi arrestano ex ufficiale per tradimento

Crimea: "spia di Kiev" russi arrestano ex ufficiale per tradimento
Di Salvatore Falco Agenzie:  AFP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lunedì le autorità di Kiev avevano arrestato due militari dell'esercito russo [GUARDA IL VIDEO]

PUBBLICITÀ

Ha riferito ai servizi di intelligence ucraini “informazioni segrete sulle operazioni della Flotta russa del Mar Nero”. Con questa accusa è stato arrestato, a Sebastopoli, l’ex ufficiale di marina Leonid Parkhomenko. Dovrà rispondere di tradimento.

L’arresto di Parkhomenko, che secondo i russi lavorava per i servizi segreti ucraini, è avvenuto martedì.

Il giorno prima, lunedì, le autorità di Kiev avevano arrestato due militari dell’esercito russo che erano entrati in territorio ucraino, oltre la frontiera con la Crimea.

Sono due degli oltre 14.000 soldati ucraini di stanza in Crimea che dopo l’annessione della penisola da parte della Russia, hanno giurato fedeltà a Mosca. “Disertori” per Kiev.

Secondo i servizi di sicurezza ucraini, i due soldati sarebbero finiti nelle loro mani dopo aver attraversato il checkpoint di Chongar. La Russia sostiene, invece, che sono stati rapiti in Crimea e portati nel territorio controllato dagli ucraini.

#Servizisegreti#Ucraina rivelano le #accuse contro i #militari#russi rapiti in #Crimeahttps://t.co/gtB7vZvzPc#Russia#Kiev#SBUpic.twitter.com/Vq1pCXXSXF

— Sputnik Italia (@sputnik_italia) November 22, 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crimea: come gli ucraini hanno affondato il pattugliatore russo Sergey Kotov nel Mar Nero

Guerra in Ucraina, nave russa affondata nel Mar Nero: Kiev ha utilizzato il drone Magura V5

Guerra in Ucraina, un attacco russo sulla regione di Kherson uccide due volontari francesi