Attentati di Parigi: riapre il primo dei locali colpiti negli attacchi del 13/11

Attentati di Parigi: riapre il primo dei locali colpiti negli attacchi del 13/11
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A la Bonne Bière di Parigi, cinque persone sono morte negli attentati del 13 novembre. È il primo di sei bar e ristoranti colpiti da uno dei commandi

A la Bonne Bière di Parigi, cinque persone sono morte negli attentati del 13 novembre. È il primo di sei bar e ristoranti colpiti da uno dei commandi jihadisti a riprendere la sua attività.

PUBBLICITÀ

La decisione di ritornare nel più breve tempo possibile è stata presa dai titolari, incoraggiati dai dipendenti e dai residenti. Questo – dicono – è uno spazio di vita, non un cimitero.

“Abbiamo fatto un po’ di lavori, ridipinto le pareti e cancellate le stimmate di questo incubo – dice la titolare
Audrey Bily – La caffetteria Bonne Bière è un luogo di incontro, scambio e condivisione. Questo è il nostro obiettivo di oggi”.

Tra i primi clienti al banco c‘è anche Touria, la venditrice di caramelle che ha messo in salvo diversi passanti la notte degli attacchi.

E su Facebook anche la Petit Cambodge, uno dei ristoranti più colpiti, annuncia la riapertura, probabilmente a metà gennaio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attentati di Parigi. In Belgio segnalati due nuovi sospetti

La Francia rende omaggio alle vittime della strage di Parigi

Attentati di Parigi, confermato il decesso di Valeria Solesin