EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Disgelo con l'Iran, Fabius in visita a Teheran

Disgelo con l'Iran, Fabius in visita a Teheran
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Prove di disgelo tra Francia e Iran: quindici giorni dopo lo storico accordo sul nucleare, il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, è a

PUBBLICITÀ

Prove di disgelo tra Francia e Iran: quindici giorni dopo lo storico accordo sul nucleare, il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, è a Teheran per stringere relazioni politiche ed economiche.

“L’obiettivo dei negoziati sul programma nucleare – ha detto Fabius – era raggiungere un accordo che portasse beneficio non solo all’Iran, alla Francia, al mondo intero ma anche che togliesse al popolo iraniano il peso delle sanzioni, permettendogli di progredire e di godere di un maggior potere d’acquisto”.

Il suo omologo iraniano Javad Zarif ha aggiunto: “Spero che la visita del mio collega Fabius preparerà il terreno per l’espansione delle relazioni e la fine dei malintesi che hanno offuscato i nostri rapporti negli ultimi anni”.

La visita di Fabius segue di un giorno quella della rappresentante per la politica estera europea Federica Mogherini la quale ha affermato che l’accordo con l’Iran presenta molte potenzialità e può aprire un nuovo capitolo nelle relazioni tra la Repubblica islamica e l’Unione europea.

Le visite ufficiali a Teheran dei rappresentanti politici aprono la strada alle delegazioni di imprenditori di numerosi Paesi occidentali, interessati alla riapertura ai mercati di un Paese produttore di petrolio con una popolazione di 77 milioni di abitanti

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grossi (Aiea): l'Iran non è del tutto trasparente sul programma atomico

A che punto è davvero il programma nucleare in Iran?

Elezioni europee, Procaccini: "Obiettivo per Ecr è fermare l'immigrazione illegale"