EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Francia: contadini strangolati da prezzi bassi bloccano le autostrade

Francia: contadini strangolati da prezzi bassi bloccano le autostrade
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Giornate di passione per molti turisti in Francia. La nuova ondata di proteste degli allevatori francesi contro i prezzi troppo bassi di carne e

PUBBLICITÀ

Giornate di passione per molti turisti in Francia.

La nuova ondata di proteste degli allevatori francesi contro i prezzi troppo bassi di carne e
latte ha invaso la Normandia, bloccando anche uno dei luoghi simbolo del turismo transalpino: Monte Saint-Michel.

Gli allevatori hanno prima versato letame
in strada, e poi parcheggiato gli automezzi sul tragitto, creando grandi difficoltà al traffico di quella che è la terza destinazione turistica di Francia per importanza.

L’autostrada A13, che collega Parigi a Rouen e Caen, è stata fortemente rallentata, ma un allevatore spiega: “È un urlo il nostro. I contadini sono costretti ad accendere mutui solo per far mangiare la famiglia”.

Questo mercoledì, pero bocca del presidente Hollande, il governo ha promesso di presentare iun piano d’urgenza. I contadini francesi dicono di essere strangolati dai grandi supermercati e reclamano il rispetto da parte della grande distribuzione dell’accordo sul ritocco al rialzo dei prezzi siglato a metà giugno

Affermano di non poter competere con la concorrenza sleale straniera, e contro il fenomeno dei lavoratori di alcuni paesi, stagionali ad esempio in Germania o Italia, ma pagati con i salari dei loro paesi di origine, spesso dell’Europa orientale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calcio, il francese Kylian Mbappé mette in guardia dagli estremismi prima delle elezioni

Francia: torna a casa il 35enne Louis Arnaud, arrestato in Iran 20 mesi fa con Alessia Piperno

80 anni dal D-day. I reali inglesi a pranzo con i veterani