This content is not available in your region

Alla scoperta della Benicassim segreta, tra storia e paesaggi mozzafiato

euronews_icons_loading
Alla scoperta della Benicassim segreta, tra storia e paesaggi mozzafiato
Diritti d'autore  euronews
Di Cristina Giner

Benicassim, nel nord della Comunità Valenciana, sulla Costa de Azahar, è conosciuta soprattutto per le sue spiagge e i suoi festival. Siamo andati alla scoperta della ricca storia culturale di questa dinamica città mediterranea. La torre di San Vicente è un ottimo punto di partenza, con le sua vista privilegiata sulla baia. All'epoca dei pirati serviva a respingere le incursioni sulla costa. Oggi è un centro di interpretazione.

Negli anni della Belle Époque, la borghesia di Valencia e Castellón costruì le sue residenze estive sul lungomare di Benicassim. Alcune ricordano quelle della costa franco-basca. Motivo per cui Benicassim è conosciuta come la Biarritz del Levante. I proprietari combinavano i bagni nelle acque del Mediterraneo con un'intensa vita sociale. "Una cosa che spicca per me sono i giardini - dice José Manuel Rabasa, una guida turistica -. Erano luoghi che funzionavano come vetrine. Qui i proprietari mostavano di cosa erano capaci: in questi giardini si svolgevano grandi feste con fuochi d'artificio. Erano i luoghi dove le persone che passavano potevano vedere cosa succedeva all'interno. Inoltre con quei giardini la borghesia mostrava la sua ricchezza culturale e la sua apertura mentale".

Una ricca vita culturale che è ancora nel dna di questa città. Oggi alcune delle ville aprono le loro porte per ospitare eventi culturali e per commemorare un'epoca che ha lasciato un segno indelebile in questo paradiso nel mediterraneo. Alla fine del lungomare inizia la Via Verde del Mar. Un percorso verde sui vecchi binari della ferrovia che collegava Valencia a Barcellona, l'unico in Spagna a correre lungo la costa.

Euronews
Negli anni della Belle Époque la borghesia di Valencia e Castellón costruì sul lungomare di Benicassim le sue residenze estiveEuronews

La Sierra de Oropesa si protende nel Mediterraneo, offrendo paesaggi da sogno e un ambiente naturale unico. Belén, ambientalista e guida turistica, conosce bene i 6 chilometri di questa via verde che corre tra Benicassim e Oropesa. "È un luogo unico e privilegiato sia per noi che per la moltitudine di specie animali e vegetali che vi trovano rifugio - dice Belen -. Questo è un hotspot di biodiversità. Si dice che in un metro quadrato di macchia mediterranea ci sia molta più biodiversità che in un chilometro quadrato della Foresta Nera".

Sulla strada scopriamo micro-riserve di flora, torri di guardia e calette cristalline, mentre ci godiamo il sole e la brezza mediterranea. Un esempio perfetto di turismo verde che attrae ogni giorno sempre più visitatori. Meritano una visita anche l'entroterra di Benicassim e il parco naturale Desert de Les Palmes. Vale la pena rispolverare le scarpe da trekking per esplorare i sentieri tra le rovine di monasteri, castelli ed eremi. E soprattutto, godersi le viste mozzafiato sulla costa.

Un viaggio affascinante attraverso una Benicassim sconosciuta, tra percorsi verdi, sentieri e ville dei ruggenti anni venti. Una destinazione perfetta per gli amanti della natura, della cultura, della storia e della gastronomia mediterranea.