EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

In Svezia la prima autostrada ecologica

In Svezia la prima autostrada ecologica
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La prima "eHighway" al mondo è stata testata in Svezia. Il sistema di trasporto per veicoli elettrici punta a diminuire le emissioni di gas serra nell'atmosfera.

PUBBLICITÀ

La prima “eHighway” al mondo è stata testata in Svezia. Tale sistema di trasporto per veicoli elettrici punta a diminuire le emissioni di gas serra nell’atmosfera.

Il progetto pilota è frutto della sinergia tra l’autorità per i trasporti pubblica svedese, il gigante della tecnologia Siemens e Scania, azienda leader nel campo dei trasporti su gomma.

Sull’autostrada E16, a nord di Stoccolma, i camion viaggiano connessi ai cavi elettrici, esattamente come fossero tram. Come spiega Hasso Georg Grunjes, che dirige il dipartimento E-Highway di Siemens:

“Non la definirei un’innovazione straordinaria, è la combinazione tra nuove tecnologie e tecnologie già note. Quelle relative al trasporto ferroviario combinate con quelle del trasporto su gomma, coniughiamo l’efficenza del trasporto ferroviario e la flessibilità di quello su gomma. Questa à la novità”

Per ora i cavi coprono un rettilineo di 2 km sull’autostrada E16. Un pantografo intelligente a comando ibrido permette al camion di agganciarsi ai cavi elettrici e di sganciarsi automaticamente con velocità superiori ai 90 km orari.
Un sistema più economico e pulito dell’alimentazione diesel, senza rivoluzionare le abitidini di chi sta alla guida, come spiega Nils-Gunnar Vagstedt, senior manager nel settore tecnologie ibride ed elettriche di Scania:

“Il camion va guidato normalmente, non c‘è bisogno di nulla. Va guidato lungo le linee bianche sulla strada, questa è l’unica regola, il pantografo elettrico fa il resto. Se stai nella tua corsia sei nella posizione giusta per sfruttare l’elettricità. Se c‘è un’ostacolo ed è necessario superare, basta andare nella corsia di sinistra il sistema si ferma automaticamente e usi le batterie oppure il motore a combustione. Tutto è automatico”.

I prossimi due anni saranno necessari per condurre nuovi test utili ad accertare la possibilità di diffondere questo sistema in tutto il Paese. Le applicazioni sono varie, anche nei trasporti di materiale pesante e quelli relativi al settore minerario.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

MWC2024: l'intelligenza artificiale rimodella l'esperienza d'uso degli smartphone

Digitalizzare le pmi: l'innovazione in mostra a Huawei Connect 2023

Le novità hi-tech del Salone dell'auto di Monaco di Baviera