EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Più di 40 missili russi sull'Ucraina: almeno 41 morti, colpito l'ospedale pediatrico di Kiev

Il fumo sulla skyline di Kiev dopo un attacco missilistico russo, Ucraina, 8 Luglio
Il fumo sulla skyline di Kiev dopo un attacco missilistico russo, Ucraina, 8 Luglio Diritti d'autore Evgeniy Maloletka/EVGENIY MALOLETKA
Diritti d'autore Evgeniy Maloletka/EVGENIY MALOLETKA
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Russia ha lanciato più di 40 missili su tutto il territorio ucraino nella mattina di lunedì. Nella capitale è stato colpito e in gran parte distrutto un ospedale pediatrico. Almeno 559 bambini uccisi nel Paese dall'inizio del conflitto

PUBBLICITÀ

Sono almeno 41 le persone morte e più di 170 quelle ferite dopo che la Russia ha lanciato un massiccio attacco missilistico contro numerose città dell'Ucraina lunedì mattina. Il bilancio delle vittime, inizialmente di una ventina di persone, è cresciuto durante il giorno e comprende anche diversi bambini.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annunciato che il Paese è sotto attacco: "nella mattinata le forze russe hanno lanciato più di 40 missili di vario tipo verso diverse città ucraine: Kiev, Dnipro, Kryvyi Rih, Sloviansk, Kramatorsk. Sono stati danneggiati edifici residenziali, infrastrutture e un ospedale pediatrico", si legge nella dichiarazione.

Secondo l'Aeronautica militare ucraina le forze russe hanno lanciato missili di diverso tipo in numerose regioni del Paese. Anche un MiG-31K portatore di missili ipersonici Kinzhal, ha specificato, è decollato dal territorio russo.

Ucraina: almeno 559 bambini uccisi nel Paese dall'inizio del conflitto

Almeno 559 bambini sono stati uccisi in Ucraina e altri 1.449 sono rimasti feriti dall'inizio dell'invasione russa nel Paese: lo ha reso noto martedì su Facebook l'ufficio del Procuratore generale. Il nuovo bilancio include quattro bambini morti proprio lunedì a Kiev a causa del massiccio attacco missilistico russo, che ha colpito anche un ospedale pediatrico della capitale.

Molte vittime sono state registrate nella capitale a causa dell'attacco diurno, il più pesante da diversi mesi a questa parte. Il sindaco della città, Vitali Klitschko, ha dichiarato che l'ospedale pediatrico più grande del Paese è stato colpito da un missile ed è stato evacuato.

"Uno degli ospedali pediatrici più importanti non solo in Ucraina, ma anche in Europa. Okhmatdyt ha salvato e restituito la salute a migliaia di bambini. Ora l'ospedale è stato danneggiato da un attacco russo, con persone intrappolate nelle macerie, e non si conosce il numero esatto di feriti e dei morti", ha scritto in mattinata il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un messaggio su Telegram.

Durante la giornata di lunedì Mosca ha dichiarato che l'ospedale è stato colpito a causa di un malfunzionamento del sistema di difesa aerea ucraino. Zelensky ha respinto con fermezza la tesi russa.

"Si vedono già rapporti che danno la colpa alla difesa aerea ucraina, che è stata la PPO (Difesa aerea ucraina), e non il loro attacco calcolato. Sono grato a tutti gli ucraini che hanno iniziato a postare video in cui si può vedere chiaramente non una parte di questo o quel missile, ma un attacco missilistico diretto che ha ferito e ucciso molte persone in Ucraina oggi", ha detto il leader ucraino durante la conferenza stampa congiunta tenuta con il primo ministro polacco Donald Tusk a Varsavia.

"Tutti i servizi sono impegnati a salvare il maggior numero possibile di persone. E il mondo intero deve usare tutta la sua determinazione per porre finalmente fine agli attacchi russi. Putin porta le uccisioni. Solo insieme possiamo portare pace e sicurezza", si legge in uno dei tweet di Zelensky.

Riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Zelensky ha chiesto una riunione d'emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, mentre il portavoce del Segretario generale dell'Onu ha condannato con forza l'attacco. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu si riunirà martedì.

Il presidente ucraino ha giurato di "dare una risposta forte" all'aggressione russa e i funzionari ucraini hanno definito un "crimine di guerra" l'attacco all'ospedale pediatrico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Accordo di cooperazione e difesa Kiev-Varsavia, Tusk: "Chi difende l'Ucraina difende sé stesso"

Francia, la candidata di Renaissance Yaël Braun-Pivet rieletta presidente dell'Assemblea nazionale

Guerra in Ucraina: i residenti di Kamianka cercano di ricostruire le loro vite