EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Immigrazione, clima, Ucraina: qual è la posizione della destra francese su questi temi?

Il leader dell'estrema destra Jordan Bardella.
Il leader dell'estrema destra Jordan Bardella. Diritti d'autore Michel Euler/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Michel Euler/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Sophia Khatsenkova
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Quali sono le prospettive del Rassemblement national, partito di estrema destra francese, su questioni chiave come immigrazione, clima e Ucraina?

PUBBLICITÀ

Da quando il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato a sorpresa lo scioglimento dell'assemblea nazionale, i partiti politici si sono affrettati a nominare i propri candidati e a presentare un programma dettagliato per le prossime elezioni legislative, previste per il 30 giugno e il 7 luglio.

Cosa propone ciascun partito? Euronews ha preparato una guida che illustra i programmi di ogni schieramento. Ecco le proposte il Rassemblement national (Rn) di estrema destra.

L'immigrazione

L'immigrazione è uno dei temi chiave dell'estrema destra. Nel suo opuscolo elettorale, il Rn afferma di voler "fermare la sommersione migratoria" riducendo "drasticamente l'immigrazione legale e illegale" e "deportando i delinquenti stranieri." Per attuare queste misure, il leader dell'estrema destra Jordan Bardella vuole presentare al Parlamento una legge d'emergenza sull'immigrazione se il suo partito otterrà la maggioranza assoluta (almeno 289 seggi).

In un'intervista rilasciata al canale televisivo francese Bfmtv, Bardella ha dichiarato che se dovesse essere eletto primo ministro, approverebbe "entro le prime settimane" del suo mandato "una legge sull'immigrazione che avrà inizialmente lo scopo di facilitare l'espulsione dei criminali stranieri, eliminando gli attuali vincoli amministrativi."

In particolare, questa legge d'emergenza abolirebbe il "droit du sol" o "Ius solis"(l'acquisto della cittadinanza per nascita nel territorio). In Francia, ogni bambino nato da due genitori stranieri può ottenere automaticamente la cittadinanza francese una volta compiuti 18 anni.

La legge d'emergenza sull'immigrazione mira anche a modificare l'Aide médicale d'etat (Ame), l'assistenza medica finanziata dallo Stato per gli immigrati privi di documenti. L'attuale Ame prevede una copertura del cento per cento delle spese mediche per gli immigrati privi di documenti. Per il presidente del Rn, intervistato dal canale televisivo francese CNews, questo fondo dovrebbe coprire solo le emergenze mediche e "non sarà più possibile per gli immigrati clandestini beneficiare dell'intera gamma di cure mediche gratuite."

L'introduzione di una doppia frontiera è stata una delle proposte principali di Jordan Bardella durante la campagna elettorale per le elezioni europee. Secondo il presidente del Rn, questa misura mira a limitare la circolazione all'interno dell'area Schengen ai soli cittadini europei, impedendo così ai migranti che arrivano sul territorio europeo di potersi muovere all'interno dell'area.

La guerra in Ucraina

"L'Ucraina deve essere in grado di difendersi da sola," ha dichiarato Jordan Bardella il 19 giugno durante la visita alla fiera degli armamenti Eurosatory a Parigi.

Bardella non ha specificato che tipo di aiuto darebbe a Kiev. Tuttavia, ha delineato le "linee rosse" che il suo partito non è disposto a superare. Ad esempio, si è rifiutato di fornire missili a lungo raggio e armi in grado di colpire il territorio russo.

Ha inoltre ribadito l'opposizione del movimento di estrema destra al dispiegamento di soldati o istruttori francesi sul suolo ucraino, regolarmente menzionato da febbraio da Emmanuel Macron.

Costo della vita

Se dovesse essere eletto primo ministro, Bardella ha dichiarato al quotidiano francese Le Parisien che abbasserebbe l'Imposta sul l'Imposta sul Valore Aggiunto (Iva) dal 20 per cento al 5,5 per cento su energia e carburante.

Per finanziarla, Jordan Bardella vuole porre fine ad alcune scappatoie fiscali, ridurre di due miliardi di euro il contributo della Francia al bilancio dell'Ue e avviare una revisione indipendente dei conti pubblici.

La seconda misura d'emergenza dell'eurodeputato consisterebbe nell'avviare negoziati con la Commissione europea per derogare alle norme sui prezzi dell'elettricità. Questo "ridurrebbe le bollette del 30 per cento," sostiene Bardella.

Ma per convincere l'Ue, ciò significa avere una maggioranza sufficiente di Stati per riformare l'attuale sistema di tariffazione. Ciò richiederebbe un numero sufficiente di alleati all'interno dell'Unione Europea per sostenere la riforma e farla passare.

L'ambiente

L'ambiente e la crisi climatica non sono in primo piano nel programma della Rn, sebbene siano una delle principali preoccupazioni degli elettori francesi secondo un sondaggio Ipsos pubblicato a maggio.

Quindi, come intende il Rn raggiungere gli obiettivi climatici della Francia? Bardella ha dichiarato mercoledì che non intende "rimettere in discussione gli impegni assunti dalla Francia sulla scena internazionale," riferendosi agli accordi di Parigi.

Tuttavia, il candidato ha ripetutamente affermato di voler smantellare i parchi di turbine eoliche esistenti e di volersi concentrare sulla costruzione dei reattori nucleari.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, dalle Europee alle Politiche: gli elettori all'estero divisi dal voto ma uniti da Euro2024

Francia, le imprese bocciano i programmi della destra di Bardella e del fronte delle sinistre

Francia, Macron propone un'ora nelle scuole per parlare di antisemitismo