EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Barcellona contro il turismo di massa: entro il 2028 revocate le licenze di 10mila appartamenti

Barcellona
Barcellona Diritti d'autore Felipe Dana/Copyright 2020 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Felipe Dana/Copyright 2020 The AP. All rights reserved.
Di Jesús MaturanaEuronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il sindaco della città spagnola ha annunciato che oltre 10mila licenze di appartamenti turistici non saranno rinnovate alla loro scadenza. La misura mira a combattere il turismo di massa e l'aumento dei prezzi delle abitazioni

PUBBLICITÀ

Barcellona, una delle principali destinazioni turistiche della Spagna, ha annunciato venerdì che vieterà l'affitto degli appartamenti ai turisti entro il 2028. Questa misura inaspettatamente drastica mira a contenere l'impennata dei prezzi degli alloggi e a rendere la città più vivibile per i residenti.

Durante i due mandati dell'ex sindaco Ada Colau (2015-2023), è stato approvato un piano urbanistico che consentiva l'apertura di nuovi hotel solo nelle zone periferiche, con un impatto significativo sul mercato degli affitti a breve termine.

La necessità di un turismo sostenibile e di evitare questa crescita dell'offerta di appartamenti turistici, che porta con sé un aumento del prezzo delle abitazioni per i locali, è all'origine di questa nuovs misura. Negli ultimi dieci anni, gli affitti a Barcellona sono aumentati di circa il 70 per cento e i prezzi delle case sono cresciuti in media del 40 per cento.

Il sindaco di Barcellona, Jaume Collboni, ha annunciato che entro novembre 2028 revocherà le 10.101 licenze che attualmente operano come case vacanza.

Le critiche alla nuova misura

La decisione di vietare gli appartamenti turistici ha generato polemiche e si prevede una battaglia legale. Il Partito Popolare (PP) ha già presentato ricorso alla Corte Costituzionale contro il decreto della Generalitat, che mira a chiudere migliaia di appartamenti turistici entro il 2028. Inoltre, l'associazione dei datori di lavoro Apartur sta valutando la possibilità di ricorrere alla Corte di Giustizia Europea.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, Italia, Regno Unito: quali sono i Paesi europei che hanno speso di più per il turismo nel 2023?

Nuove misure a Minorca contro il turismo di massa: limite di tempo per visitare Binibeca Vell

''Tornatevene a casa'': le città europee che si oppongono al turismo eccessivo