EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Il grande archivio digitale che racconta la storia recente di Cipro e dell'Egeo

In collaborazione con The European Commission
Il grande archivio digitale che racconta la storia recente di Cipro e dell'Egeo
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Cristina Giner
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

CyBC, l'azienda radiotelevisa pubblica, ha digitalizzato centinaia di ore di documenti audiovisivi di grande valore storico

Cipro e le isole greche dell'Egeo condividono profondi legami storici e culturali. Il progetto europeo Erodoto II ha permesso di recuperare più di 10.000 documenti audiovisivi di grande valore storico, che sono stati inseriti in una piattaforma digitale aperta. "L'unicità del nostro archivio è dovuta al fatto che siamo stati l'unica stazione televisiva e radiofonica dal 1957 al 1992 - dice Thanasis Tsokos, direttore generale di CyBC, l'azienda radiotelevisiva pubblica di Cipro -. Digitalizzare questi documenti è molto importante per la nostra società. È una parte della storia europea".

I materiali sono conservati negli archivi della televisione pubblica cipriota, che ha fornito centinaia di ore di materiale audio e video su diversi temi che vanno dagli anni '50 agli anni '90. "Per prima cosa dobbiamo restaurarli, digitalizzarli e poi riconoscere chi è chi nelle immagini, nei documentari e alla radio - dice Tsokos -. È una procedura complicata".

27 persone hanno lavorato alla selezione, al restauro e alla conservazione di questo materiale. La piattaforma Erodoto Digitale ospita solo il 20% dell'archivio totale della televisione nazionale. "Scegliere il materiale non è stato un compito facile - dice Fivia Savva, responsabile del progetto Erodoto II -. Abbiamo dovuto selezionare solo 400 ore di materiale su un totale di 2.500 ore".

L'investimento totale per questo progetto è stato di 1 milione di euro circa, di cui l'85% finanziato da Bruxelles e il 15% dai governi di Grecia e Cipro. Nella piattaforma, aperta al pubblico, sono state inserite anche più di mezzo milione di pagine di quotidiani locali. La storia di Cipro e della regione dell'Egeo in un click: l'archivio finora è stato visitato da 330.000 utenti di 70 Paesi.

La piattaforma è facilmente accessibile anche ai più vulnerabili. Gli studenti della Scuola per sordi di Nicosia stanno lavorando a un documentario: durante l'invasione turca del 1974, la scuola era diventata un campo per i rifugiati. Questo progetto permette agli studenti di entrare in contatto con la propria storia.

Il progetto si è concluso nel 2020, ma CyBC prevede di continuare a digitalizzare i suoi archivi utilizzando finanziamenti esterni o risorse proprie.

Condividi questo articolo