EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

In Normandia un lancio di massa con il paracadute dà il via alle commemorazioni del D-Day

Lancio dei paracadutisti in Normandia per la commemoriazione del D-Day
Lancio dei paracadutisti in Normandia per la commemoriazione del D-Day Diritti d'autore Jeremias Gonzalez/AP
Diritti d'autore Jeremias Gonzalez/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nel 2024 ricorre l'80° anniversario del D-Day, lo sbarco in Normandia da parte delle forze alleate contro il nazifascismo. Le celebrazioni dureranno una settimana. Attesi numerosi leader mondiali tra cui il presidente statunitense Biden e la famiglia reale britannica

PUBBLICITÀ

Domenica i paracadutisti si sono lanciati da alcuni aerei della Seconda Guerra Mondiale nei cieli della Normandia, in Francia. Inizia così la commemorazione dei sacrifici compiuti dalle truppe alleate, che 80 anni fa combatterono contro Adolf Hitler e il nazifascismo.

Il 6 giugno 1944, decine di migliaia di soldati provenienti dagli Stati Uniti, dal Regno Unito, dal Canada e da altre nazioni alleate dell'Europa sbarcarono su cinque spiagge francesi per raggiungere il Continente, attraverso una pioggia di fuoco nemico. Le perdite furono migliaia ma l'operazione portò alla liberazione dell'Europa occidentale dalla Germania nazista.

Perché la memoria è importante: la guerra di nuovo alle porte dell'Europa

Più di 150mila truppe alleate hanno dato il via allo sbarco aereo, marittimo e terrestre del D-Day in Normandia.

Il numero di ex soldati in vita si sta riducendo: il più giovane ha circa 90 anni e molti altri hanno più di cento anni. Agli eventi della prossima settimana, che comprenderanno spettacoli pirotecnici, lanci di paracadute, commemorazioni solenni e cerimonie, parteciperanno i leader mondiali.

Molti la considerano un'occasione per passare efficacemente il testimone della memoria alle generazioni attuali che vedono di nuovo la guerra in Europa e in Ucraina. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden e i reali britannici sono tra gli ospiti che la Francia attende per le celebrazioni. Tuttavia, un leader che non sarà presente è Vladimir Putin.

Ammessi dei rappresentanti russi per ricordare il sacrificio del Paese

Già ad aprile gli organizzatori avevano confermato che il presidente russo non sarebbe stato invitato a nessun evento commemorativo, a causa dell'invasione dell'Ucraina in corso.

Giovedì, durante un incontro con la stampa, un rappresentante della presidenza francese ha confermato l'assenza della Russia. “La Russia non è stata invitata. Non ci sono le condizioni per la sua partecipazione, vista la guerra di aggressione lanciata nel febbraio 2022, che si è intensificata nelle ultime settimane", hanno dichiarato.

È stato inoltre riferito che alcuni Stati membri dell'Ue hanno dichiarato che si sarebbero sentiti “a disagio” se Putin fosse stato autorizzato a partecipare. Sarà comunque consentito l'accesso ad alcuni rappresentanti russi, per riconoscere il sacrificio del Paese in tempo di guerra.

L'allora Unione Sovietica perse oltre 25 milioni di vite in quella che chiama la “Grande Guerra Patriottica”. Il Cremlino celebra questa vittoria con una parata militare annuale sulla Piazza Rossa di Mosca.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Zelensky: assenza di Biden alla conferenza di pace sarebbe una "standing ovation" per Putin

Estonia: “La Russia e Putin devono essere messi in ginocchio”

Vladimir Putin in visita in Bielorussia: previsto un vertice con Lukashenko