Politica UE. Ue, maxi multa ad Apple per violazione della concorrenza su app di musica

Apple è stata sanzionata dalla Commissione Europea per violazione della concorrenza nell'uso di app musicali
Apple è stata sanzionata dalla Commissione Europea per violazione della concorrenza nell'uso di app musicali Diritti d'autore Kathy Willens/Copyright 2020 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Kathy Willens/Copyright 2020 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La multa della Commissione Ue è la prima per Apple. L'azienda di Cupertino avrebbe impedito agli utenti del suo store di passare alla concorrenza per le app musicali. "Fondamentale sanzionare le responsabilità" ha detto la commissaria Ue Vestager

PUBBLICITÀ

La Commissione europeaha ordinato ad Apple di pagare una multa da 1,8 miliardi di euro per avere violato le norme sulla concorrenza dell'Ue nella distribuzione di applicazioni di streaming musicale.

La Commissione multa Apple sulla concorrenza, vittoria di Spotify

Bruxelles ha scoperto che Apple ha impedito agli utenti del suo App Store di passare ad alternative di abbonamento musicale più economiche. Il provvedimento fa seguito a un'indagine durata quattro anni, avviata dopo che la società svedese Spotify aveva presentato una denuncia nel 2019.

"Questo è illegale e ha avuto un impatto su milioni di consumatori europei. Non hanno potuto scegliere liberamente dove, come e a quali prezzi acquistare gli abbonamenti allo streaming musicale", ha dichiarato la commissaria Ue per la Concorrenza, Margrethe Vestager.

Dal Digital Markets Act in poi l'Ue cerca di limitare i Big della tecnologia

È la prima multa inflitta ad Apple dalla Commissione e la terza più pesante mai emessa in materia di antitrust.

La mossa fa parte del piano di Bruxelles per limitare il potere delle grandi aziende tecnologiche globali, le cosiddette Big Tech, che rischiano di abusare della loro posizione dominante sul mercato. 

Gli sforzi europei in tal senso si fondano sul Digital Market Act, entrato in vigore nel 2022. La Commissione ritiene che questa legge e le nuove misure previste contro quelli che l'Ue ha definito i "guardiani dell'economia digitale" (Alphabet, Amazon, Apple, ByteDance, Meta e Microsoft) potranno aiutare le piccole imprese dell'Ue a prosperare.

"È di fondamentale importanza riconoscere le responsabilità di aziende come Apple nel violare il diritto dell'Ue" ha proseguito Vestager. "La decisione di oggi dimostra che il diritto della concorrenza continua a fornire una base molto potente per affrontare aziende come Apple, nell'interesse dei consumatori " ha concluso lacommissaria Ue.

Apple ha contestato la multa antitrust come fatto prima da Google

Multe precedenti a Google, per abuso di posizione dominante, sono attualmente oggetto di un contenzioso giudiziario. Anche Apple ha dichiarato che contesterà la decisione della Commissione.

L'azienda statunitense sostiene peraltro che il successo di Spotify, la maggiore app di streaming musicale al mondo, è in parte dovuto al contributo dato da Apple e dal suo Store su miliardi di cellulari e dispositivi elettronici.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Utenti tracciati in modalità "incognito": Google patteggia la causa

Intel, ancora una multa dall'Ue per pratiche contro la concorrenza

Stato dell'Unione: i problemi che alimentano la rabbia antidemocratica