EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Il crollo della Silicon Valley Bank e gli accordi di Basilea: la finanza internazionale sotto scacco

Grey clouds cover the sky over a building of the Credit Suisse bank in Zurich, Switzerland.
Grey clouds cover the sky over a building of the Credit Suisse bank in Zurich, Switzerland. Diritti d'autore Ennio Leanza/' KEYSTONE / ENNIO LEANZA
Diritti d'autore Ennio Leanza/' KEYSTONE / ENNIO LEANZA
Di Stefan Grobe
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Commissione europea ha affermato che sta monitorando da vicino ulteriori sviluppi

PUBBLICITÀ

Il crollo della Silicon Valley Bank ha avuto solo un impatto limitato sul settore bancario nell'Unione europea, ha affermato la titolare dei Servizi finanziari del blocco.

Parlando davanti al Parlamento europeo a Strasburgo, la commissaria europea Mairead McGuinness ha usato Silicon Valley Bank (SVB) come esempio del motivo per cui i prestatori stranieri leggermente regolamentati debbano soddisfare regole più severe all'interno dell'Unione.

"Queste banche statunitensi non erano soggette a severi requisiti normativi per la liquidità - dice McGuinness -perché gli Stati Uniti non applicano Basilea le regolamentazioni alle banche di medie e piccole dimensioni.

J. Scott Applewhite/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
The Capitol is seen as policymakers wrestle with fallout from the failure of Silicon Valley Bank, in Washington.J. Scott Applewhite/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.

Mentre qui nell'Unione europea, applichiamo gli standard di prudenza a tutte le banche: se fosse stato così negli Stati Uniti e fossero stati applicati i requisiti sulla liquidità, è probabile che queste banche statunitensi avrebbero avuto una posizione di liquidità più forte".

I cosiddetti accordi di Basilea sono stati sottoscritti per ridurre i danni arrecati all'economia dalle banche che si assumono troppi rischi.

Focus della Commissione

La Commissione Ue ha affermato che sta monitorando da vicino ulteriori sviluppi: i membri del Parlamento vedono anche un settore bancario europeo ben attrezzato per resistere a una tempesta simile a quella che ha coinvolto SVB.

"Sono fiducioso - dice Jeroen Lenaers, eurodeputato olandese - tuttavia, cosa abbiamo imparato dalla crisi precedente?

Abbiamo avuto un'enorme crisi bancaria nell'Unione europea, ideato un nuovo contesto nell'ambito della legislazione bancaria per evitare queste crisi in futuro.

Ora vedremo concretamente se quanto fatto negli ultimi anni è sufficiente per evitare che una simile crisi si estenda all'Europa e sono fiducioso che così accadrà".

Il crac elvetico

Nel frattempo, le ripercussioni sul mercato dovute al crollo di SVB hanno colpito Credit Suisse, il che rappresenta una preoccupazione molto più grande per l'economia globale rispetto alla banca regionale statunitense.

Le azioni del gigante bancario elvetico sono crollate del 30% al minimo storico, dopo che il suo principale azionista, la Saudi National Bank, ha dichiarato che non acquisterà più azioni della banca, causa imprecisate questioni di carattere normativo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il crollo della banca SVB non dovrebbe avere ripercussioni in Europa

Banca Mondiale: il presidente David Malpass, fedelissimo di Trump, dice "basta"

Ue, vertice dei ministri della Giustizia a Budapest nel clima di tensione con la politica di Orbán