EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Un green deal accidentato

Pollution
Pollution Diritti d'autore AFP
Diritti d'autore AFP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La transizione verde promessa dall'Unione Europea non avrà un cammino facile. In Europa molti dubitano della sua fattibilità

PUBBLICITÀ

Secondo gli scienziati la crisi climatica sta alimentando disastri naturali devastanti. Rafforzare le ambizioni climatiche dell'Europa non è mai stato più urgente per il responsabile del Green Deal nella Commissione Europea.

Così Frans Timmermans, Vicepresidente della Commissione Europea:  "C'è un'enorme responsabilità sulle nostre spalle perché se non agiamo ora, e intendo subito, i nostri figli non ce lo perdoneranno mai... non abbiamo scelta, dobbiamo agire. E una cosa che spero di evitare è la paralisi causata dalla paura del cambiamento".

Timmermans era a Strasburgo per difendere il pacchetto Fit for 55 della Commissione. Per rendere l'Europa climaticamente neutra, Bruxelles vuole ridurre le emissioni del 55% entro il 2030, ma convincere i paesi europei a liberarsi dalla loro abitudine al carbonio è più facile a dirsi che a farsi. Il blocco è diviso su chi dovrebbe pagare il conto. Per alcuni, l'onere dovrebbe ricadere sulle industrie inquinanti, non sul cittadino medio.

Ska Keller, eurodeputata tedesca, Verdi/ALE:  "Dobbiamo porre fine ai sussidi pubblici per i combustibili fossili, sbarazzarci dei certificati di inquinamento gratuiti, integrare l'ondata di rinnovamento con l'energia solare e accelerare il passaggio alle energie rinnovabili".

Mohammed Chahim, eurodeputato dei Paesi Bassi, S+D: "Dobbiamo discutere se siamo disposti a supportare direttamente i consumatori per diventare più sostenibili".

Anna Zalewska, conservatrice polacca di ECR:  "I cittadini iniziano a fare domande. Fanno domande sugli aumenti dei prezzi, perché sono loro che pagheranno il conto per le ambizioni climatiche dell'UE".

Le proposte della Commissione vanno dalla graduale eliminazione delle auto a benzina e diesel entro il 2035 a nuove tasse sui gas prodotti dal riscaldamento degli edifici, nonché tasse sulle emissioni del trasporto aereo e marittimo.

Un'impennata globale dei prezzi dell'energia quest'anno ha focalizzato le menti su come il costo della transizione verde per il consumatore.

Qualcosa che alimenterà accesi dibattiti nell'UE prima che il pacchetto sul clima diventi realtà.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Parlamento europeo approva la "tassa sul carbonio"

"Stato di Palestina unica via per la pace" dice il primo ministro dell'Irlanda Harris a Euronews

Proteste Nuova Caledonia: atteso Emmanuel Macron per calmare la situazione nell'arcipelago