Il Parlamento UE boccia la direttiva sul copyright

Il Parlamento UE boccia la direttiva sul copyright
Di Elena Cavallone
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il dibattito aveva diviso l'emiciclo: da una parte la direttiva mira a proteggere il diritto d'autore degli artisti, ma alcuni articoli del testo sono stati ritenuti lesivi della libertà di espressione

PUBBLICITÀ

Bocciata la controversa direttiva sul diritto d'autore. Con 318 voti contrari, gli europarlamentari a Strasburgo hanno respinto il testo che mira a una maggiore protezione del copyright sulle piattaforme digitali.

L'articolo 13 del testo votato aveva scatenato polemiche, in quanto prevedeva la possibilità di porre filtri per impedire agli utenti di caricare sulle piattaforme online materiale protetto da proprietà intellettuale.

Una vittoria per i due gruppi di interessecontrari a questo testo: i colossi del web come Youtube, che altrimenti avrebbero visto diminuire i loro ricavi provenienti dalle pubblicità, e gli attivisti che consideravano la direttiva un attentato alla libertà di espressione.

I "MEME" sono quindi al sicuro ... per il momento. I negoziati su un nuovo testo ricominceranno a settembre.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Copyright: raggiunto accordo Ue sulla riforma

2019: per il diritto d'autore è tana libera tutti. O quasi...

Diritto d'autore digitale: "La direttiva non è lo strumento più efficace"