EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Cop15 per la Biodiversità, Guterres incontra i giovani di tutto il mondo

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore Paul Chiasson/AP
Diritti d'autore Paul Chiasson/AP
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Montreal, quasi 200 Paesi cercheranno di elaborare un nuovo quadro globale per proteggere la natura, inclusa una proposta di rendere area protetta entro il 2030 il 30% del territorio mondiale e il 30% degli oceani

PUBBLICITÀ

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha incontrato i giovani di tutto il mondo per discutere di biodiversità, alla vigilia dell'apertura della conferenza della Cop15 a Montreal, in Canada.

Quasi 200 Paesi cercheranno di elaborare un nuovo quadro globale per scongiurare un'estinzione di massa di fauna e flora e proteggere la natura, inclusa una proposta di rendere area protetta entro il 2030 il 30% del territorio mondiale e il 30% degli oceani.

"La conversazione in sé ha dei punti interessanti - dice Swetha Stotra Bhashyam, Global South Focal Point for the Global Youth Biodiversity Network - ma si notano anche discordanze tra il modo in cui i giovani pensano e alcune delle cose chiave di cui il mondo sta parlando.

Ad esempio, il 30% di prospettiva e le soluzioni incentrate sulla natura, che sono cose su cui i giovani hanno opinioni diverse".

Paul Chiasson/AP
AP PhotoPaul Chiasson/AP

"Ieri - afferma invece Frédérick Chir, SETHY Foundation in Quebec - abbiamo avuto Valérie Plante (sindaca di Montreal), il ministro della Cultura e oggi il ministro dell'Ambiente e il segretario generale dell'ONU, quindi per noi giovani c'è l'impegno dei politici che decidono".

Tuttavia, è improbabile che i delegati ai colloqui sulla biodiversità abbiano vita facile alla conferenza: sin dall'inizio, il discorso di apertura del primo ministro canadese Justin Trudeau è stato interrotto da manifestanti del posto che, con l'ausilio di striscioni, auspicavano la fine dell'invasione delle proprie terre.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bracconaggio in Italia, scoperte 200mila trappole per uccelli

Un nuovo studio prevede che Venezia sarà sommersa dall'acqua entro il 2150

L'Europa tra caldo estremo e maltempo: le forti piogge colpiscono anche gli Euro 2024