EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Regno Unito, si brinda al whisky gallese che diventa di origine protetta

Il whisky gallese entra nel club esclusivo: Ora protetto dal regime post-Brexit del Regno Unito
Il whisky gallese entra nel club esclusivo: Ora protetto dal regime post-Brexit del Regno Unito Diritti d'autore Canva images
Diritti d'autore Canva images
Di Theo Farrant
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Alzate i calici e brindiamo al whisky gallese, che si unisce all'agnello, al sidro e ai porri tra i cibi e le bevande che vantano una certificazione di origine protetta del Regno Unito

PUBBLICITÀ

Il whisky gallese ha ottenuto lo status di Indicazione Geografica Protetta (IG UK), un riconoscimento precedentemente concesso alle sue controparti scozzesi e irlandesi. Il sistema delle IG britanniche, istituito due anni dopo la Brexit, garantisce la protezione legale contro l'imitazione e l'uso improprio per alcuni cibi e bevande. Adesso soltanto quello inglese privo di indicazione ufficiale.

Ad ottenere la IG UK sono stati quattro Single Malt Whisky (ove "singolo" sta ad indicare che ciascuno è prodotto in un unico sito) di altrettante distillerie del Galles meridionale e occidentale: Coles, Da Mhile, In the Welsh Wind e Penderyn. La ministra del governo gallese per gli Affari rurali, il Galles del Nord e Trefnydd, Lesley Griffiths, ha espresso la propria soddisfazione per tutti coloro che hanno partecipato al raggiungimento di questo prestigioso status: "Sono molto soddisfatta per tutte le persone coinvolte nell'ottenimento di questo prestigioso riconoscimento, che garantisce a questo fantastico prodotto il prestigio che merita", ha dichiarato .

Il whisky di malto distillato in Galles si aggiunge ad altri 19 prodotti alimentari e bevande che hanno ricevuto la protezione ufficiale dell'IG del Regno Unito, tra cui il vino gallese, il sidro, i porri, il prosciutto di Carmarthen e il sale marino di Anglesey.

Courtesy: Penderyn
Un'immagine della distilleria Penderyn Brecon BeaconsCourtesy: Penderyn

Nel 2021, il Galles meridionale ha fatto da apripista: l'agnello di Gower è stato il primo prodotto britannico a ottenere il riconoscimento. Più tardi, nello stesso anno, anche quello dei monti Cambriani ha ottenuto lo stesso marchio.

L'industria del whisky in Galles in forte crescita

Negli ultimi anni, l'industria del whisky del Galles ha conosciuto una rapida crescita, grazie alla rinascita e al rilancio del "Single Malt Welsh Whisky" da parte della distilleria Penderyn il 1 marzo 2004.

Di conseguenza, la domanda di questo prodotto di pregio è aumentata costantemente anno dopo anno. L'amministratore delegato della pluripremiata distilleria Penderyn, Stephen Davies, lo considera una "pietra miliare" per l'industria del whisky gallese: "È un passo avanti entusiasmante che pone l'accento su un settore che è cresciuto costantemente negli ultimi venti anni".

La presenza del whisky gallese single malt ha avuto un impatto significativo sull'economia alimentare e delle bevande del Paese e si è guadagnata il posto di una delle esportazioni più importanti del Galles, con una distribuzione in oltre 45 Paesi in tutto il mondo.

In base alle attuali proiezioni, si prevede che il prodotto possa registrare risultati finanziari impressionanti nell'esercizio in corso, con un fatturato stimato in23 milioni di sterline (26,6 milioni di euro) tra mercato interno ed esportazioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Europa, si consuma troppo alcol, dal vino alla birra

Toblerone perde il logo del Cervino, il cioccolato non può più essere considerato "svizzero"

La carne di vitello di Asturie e Galizia: una bontà con marchio Igp