EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

A Londra l'auto d'epoca diventa elettrica

A Londra l'auto d'epoca diventa elettrica
Diritti d'autore 
Di Luca Colantoni
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In tempi di emissioni zero, vi chiederete come fa a circolare per le strade di Londra una Morris Minor del 1953 senza prendere una multa. Semplice. Il merito è della start-up britannica guidata da Matthew Quitter che ha deciso di convertire in elettriche queste auto d'epoca.

PUBBLICITÀ

In tempi di emissioni zero, vi chiederete come fa a circolare per le strade di Londra questa Morris Minor del 1953 senza prendere una multa. Semplice. Il merito è della start-up britannica guidata da Matthew Quitter che ha deciso di convertire in elettriche queste auto d'epoca a combustione e quindi, altamente inquinanti.

Matthew Quitter, fondatore di London Electric Cars:
"Nel Regno Unito, abbiamo, almeno credo, 37 milioni di automobili, nel mondo saranno oltre un miliardo, molte di queste sono d'epoca. Non ho dubbi che ci stiamo rapidamente spostando verso una società decisamente decarbonizzata e quindi mi son posto il problema: cosa ne sarà di queste automobili? Perchè buttarle via o metterle in un museo quando potrebbero ancora camminare".

Il kit di conversione in elettrico prevede batterie almeno da 13 kilowattora, la velocità non è alta, solo 65 km/h, ma il fascino di guidare una Oldtimer non ha eguali.

Matthew Quitter, fondatore di London Electric Cars:
"Quindi, una delle cose che possiamo fare con queste conversioni è prendere le auto a cui la gente è affezionata e fare in modo di renderla nuovamente in grado di camminare. Da fuori non si vede nulla, neppure i capisce che è elettrica. Chi la vede pensa solo alla bellezza di queste automobili"

La società di Quitter ormai ha numerosi clienti in tutto il mondo il che lo ha costretto ad aprire anche officine e formare nuovi meccanici 2.0. I prezzi? Al momento non cosi accessibili: 23mila euro per rispettare la filosofia green e soprattutto la tradizione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Tutto del Classic Violin Olympus è unico!": l’intervista a Pavel Vernikov

In mostra alla Saatchi Gallery il volto mutevole della fotografia di moda

Art Paris 2024: La ricca scena artistica francese al centro della scena, spiccano i giovani talenti