Usa: Trump avvia lo smantellamento della riforma di Wall Street

Usa: Trump avvia lo smantellamento della riforma di Wall Street
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Presidente chiede al Tesoro e al Dipartimento del Lavoro di esaminare i modi per riformare la legge Dodd Frank

PUBBLICITÀ

Donald Trump avvia lo smantellamento della riforma di Wall Street. Il Presidente degli Stati Uniti firma due decreti per limitare l’effetto della Dodd Frank, la legge nata dalla crisi finanziaria del 2008.

L’annuncio arriva durante l’incontro con alcuni amministratori delegati. Tra loro Jamie Dimon, presidente di Jp Morgan che patteggiò una multa da 13 miliardi di dollari sui mutui subprime.

“Abbiamo ricevuto alcuni banchieri. Non c‘è nessuno meglio di Jamie per capire la Dodd-Frank, quindi sarai tu a spiegarmela – ha detto Trump – Ci aspettiamo di ridimensionare molto la Dodd-Frank perché, francamente, conosco così tante persone, amici miei, che conducono affari importanti ma non possono prendere in prestito denaro perché, molto semplicemente, le banche non glielo presterebbero”.

Donald Trump chiede al Tesoro e al Dipartimento del Lavoro di esaminare i modi per riformare la legge. La Dodd Frank – introdotta da Obama – ha come obiettivo dichiarato, ma non realizzato, di vietare alla banche d’affari l’utilizzo dei depositi dei clienti per operazioni rischiose sui mercati finanziari.

La riforma ha istituito un’agenzia che ha il compito di proteggere i consumatori da possibili frodi nei settori della finanza e dei mutui.

Cronache della globalizzazione: come il Dodd-Frank act ha rovinato la vita dei minatori del Congo https://t.co/PmakmsUIkg

— Linkiesta (@Linkiesta) January 18, 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tasse: ecco i Paesi d'Europa dove la classe media ne paga di più

Ecco perché i millennial potrebbero diventare la generazione più ricca di sempre

Inflazione nell'eurozona in calo al 2,6% a febbraio