Ucraina, capi Aiea e politica estera Ue a Kiev per sicurezza ed energia

Il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, Rafael Mariano Grossi, a Kiev in Ucraina (6 febbraio 2024)
Il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica, Rafael Mariano Grossi, a Kiev in Ucraina (6 febbraio 2024) Diritti d'autore Efrem Lukatsky/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Gabriele Barbati
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, a Kiev: impegno per l'addestramento delle forze di sicurezza ucraine. Il direttore dell'Aiea, Rafael Grossi, richiama la Russia sulle condizioni della centrale nucleare di Zaporizhzhia

PUBBLICITÀ

Delegazioni dell'Unione Europea e dell'Aiea sono arrivate a Kiev martedì, per sostenere la sfida di sicurezza e quella energetica dell'Ucraina, che sembra in una fase di difficoltà nella guerra con la Russia.

Josep Borrell inizia la visita in Ucraina, incontrerà Zelensky

La due giorni a Kiev dell'Alto rappresentate della politica estera Ue è cominciata con un evento sull'addestramento delle forze di polizia nei territori riconquistati ai russi.

"Penso che addestreremo 150 uomini e poi altri e altri ancora" ha detto martedì Borrell "il compito che devono affrontare è riprendere il controllo del Paese ma anche ripristinare la vita quotidiana, il supporto alla popolazione e il lavoro delle istituzioni".

Il capo della diplomazia dell'Unione Europea sarà a colloquio, tra gli altri, con il presidente Zelensky e con il ministro degli Esteri ucraino Kuleba. La visita di Borrell segue l'accordo tra i 27 dell'Ue per garantire all'Ucraina un nuovo pacchetto di aiuti da 50 miliardi di euro.

Neonato ucciso da missile russo a Zolochiv

Un bambino di due mesi è morto e la madre è in gravi condizioni dopo che un missile ha colpito un albergo a Zolochiv, nell'Ucraina orientale, nelle prime ore di martedì.

L'attacco ha causato anche due feriti, un altro missile ha centrato un negozio.

L'Aiea torna a ispezionare la centrale nucleare di Zaporizhzhia

Il capo dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea), Raphael Grossi, è andato a Kiev per discutere della centrale nucleare di Enerhodar, nella regione di Zaporizhzhia, già al centro di enormi preoccupazioni in passato per via dei combattimenti e sotto controllo russo dal marzo 2022.

"Ci sono problemi tecnici che vanno risolti. Credo che la Russia ne sia consapevole e che ne abbia la responsabilità maggiore" ha detto Grossi parlando alla stampa insieme con il ministro ucraino dell'Energia, Herman Halushchenko.

I sei reattori dell'impianto sono chiusi da mesi, ma la centrale ha bisogno di elettricità continua e di personale qualificato per far mantenere in funzione i sistemi di raffreddamento e di sicurezza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, Zelensky premia i militari per l'abbattimento della nave Ivanovets

Ucraina: viaggio al fronte a due anni dall'inizio dell'invasione russa

Guerra in Ucraina, cinque civili morti e dieci feriti: attacchi russi in diverse regioni