EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sinner batte Medvedev: vince gli Australian Open e fa la storia del tennis

Jannik Sinner
Jannik Sinner Diritti d'autore Andy Wong/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Andy Wong/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Impresa storica per il numero uno del tennis italiano: vince il primo titolo Slam rimontando il russo Medvedev. "Grazie ai miei genitori che mi hanno lasciato libero", le prime parole di Jannik Sinner da campione di Melbourne

PUBBLICITÀ

Jannik Sinner entra nella storia del tennis nazionale e internazionale conquistando gli Australian Open, il suo primo titolo Slam. Il campione altoatesino ha sconfitto in rimonta per tre set a due il russo Daniil Medvedev, concludendo un percorso trionfale passato per la vittoria in seminale contro Novak Djokovic.

"Grazie alla mia famiglia, vorrei che tutti quanti avessero i genitori che ho avuto io. Non mi hanno mai messo sotto pressione e mi hanno dato sempre la possibilità di scegliere", ha detto Sinner alla premiazione, dopo avere ringraziato il proprio gruppo di lavoro ed essersi congratulato con l'avversario.

"Fai qualcosa di diverso" e Sinner ha iniziato la rimonta dello Slam

Sinner si è imposto con i parziali di 3-6, 3-6, 6-4, 6-4, 6-3. Ma era iniziata malissimo, perdendo i primi due set contro il numero tre del mondo. "Fai qualcosa di diverso", gli aveva gridato dagli spalti nel secondo set l'allenatore, Simone Vagnozzi, quando Sinner era sotto cinque game a uno e chiedeva cosa fare. Aveva allora messo a segno un break, tenuto il servizio successivo e si era riportato sotto, salvo perdere il set al nono gioco. 

Il cambio di strategia, con più aggressività nelle risposte ai servizi di Medvedev e nei lunghi scambi, ha pagato tuttavia nei set successivi insieme alla maggiore brillantezza fisica rispetto al 27enne di Mosca. 

Sinner ha prima pareggiato i conti e infine giocato un ultimo set di incredibile forza sportiva e mentale. L'italiano era infatti alla prima finale di prestigio, mentre l'avversario si era già giocato il titolo a Melbourne due anni fa, perdendo contro Rafa Nadal. 

L'Italia e gli Slam: da Pietrangeli e Panatta a Sinner, 48 anni dopo

Il campione di San Candido è il terzo italiano a vincere un titolo Slam nel singolare maschile, dopo Nicola Pietrangeli e Adriano Panatta entrambi negli Open di Francia al Roland Garros, quest'ultimo nel 1976. Le uniche gioie nel frattempo sono arrivate nel tennis femminile con Flavia Pennetta (Us Open, 2015) e Francesca Schiavone (Roland Garros, 2010).

Tante le reazioni e l'entusiasmo per la vittoria di Sinner dalla politica e dal mondo dello sport. "Jannik Sinner scrive oggi una nuova pagina di storia che ci rende orgogliosi. Per la prima volta, l'Italia conquista lo slam australiano. Un'impresa memorabile degna di un vero campione", ha scritto su Facebook la premier Giorgia Meloni.

"Da oggi, più che mai, nel Pantheon dei Miti intramontabili del tennis azzurro e mondiale. Uno stratosferico Sinner è il re dell'#AusOpen dopo una maratona di speranza, sofferenza ed emozione", ha scritto invece su X il presidente del Coni, Giovanni Malagò. 

Per Sinner si tratta dell'undicesimo trionfo della carriera, che lo rende già il tennista più vincente nella storia del nostro Paese. 

A 22 anni mette in tasca un montepremi di quasi due milioni di euro e un titolo del Grande Slam accanto alla Coppa Davis, vinta lo scorso novembre con la nazionale. 

Il futuro di Jannik è ora un patrimonio per tutti gli italiani, appassionati di tennis e non.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Jannik Sinner nella storia: trionfa a Rotterdam ed è terzo nel ranking mondiale

Sydney, attacco con coltello in una chiesa: feriti diversi fedeli e il vescovo, nessuna vittima

Tennis, Aryna Sabalenka trionfa all'Australian Open