Con le elezioni europee alle porte qual è il futuro del Green Deal?

Con le elezioni europee alle porte qual è il futuro del Green Deal?
Diritti d'autore euronews
Di Oleksandra Vakulina
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Se n'è parlato nel corso di un dibattito organizzato a Davos da Euronews, che ha visto tra gli ospiti anche Kyriakos Mitsotakis, primo ministro della Grecia

Con l'ambizione di rendere l'Europa neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050, durante il suo attuale mandato la Commissione europea ha guidato l'introduzione di una legislazione verde che mira a mobilitare almeno 1.000 miliardi di euro in investimenti sostenibili nel prossimo decennio. Ora che il Green Deal europeo si trova di fronte a ostacoli politici in vista delle elezioni del 2024, qual è il suo futuro? 

Ne abbiamo discusso in un dibattito organizzato da Euronews nel corso del Forum economico mondiale a Davos, in Svizzera, a cui hanno partecipato il primo ministro della Grecia, Kyriakos Mitsotakis; il vicepresidente esecutivo per l'European Green Deal della Commissione europea, Maroš Šefčovič; Ester Baiget, presidente e amministratore delegato di Novozymes, azienda biotecnologica danese; e Maksym Timchenko, amministratore delegato di Dtek, il più grande investitore privato nel settore energetico in Ucraina.

Clicca sul player in alto per guardare la versione integrale del dibattito

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'allargamento dell'Unione europea a est è davvero un'opportunità economica?

Davos 2024: al Forum economico si discute anche dei beni russi congelati

Davos, il ministro degli Esteri polacco: "Urgente aumentare la capacità produttiva di armi dell'Ue"