EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Francia, si teme l'inondazioni di fiumi nel nord del paese

Maltempo in Francia
Maltempo in Francia Diritti d'autore Jeremias Gonzalez/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Jeremias Gonzalez/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Debora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il principale fiume Aa, nella Fiandra francese, potrebbe battere il record storico del 2002, quando la piena raggiunse un'altezza di 1 metro e settanta centimetri

PUBBLICITÀ

Il terreno è impregnato d'acqua nel Pas-de-Calais dopo le forti piogge dovute alla tempesta Ciaràn. La regione settentrionale della Francia è ancora in allerta rossa a causa delle inondazioni. Il principale fiume Aa, nella Fiandra francese, potrebbe battere il record storico del 2002, quando la piena raggiunse un'altezza di 1 metro e settanta centimetri.

La prefettura ha ordinato la chiusura di tutte le scuole in 36 comuni e il blocco di alcuni treni. Un residente fa notare che "Il seminterrato è pieno d'acqua. Speriamo che non salga ulteriormente! Non c'è elettricità quindi non si vede più nulla nel seminterrato".

Intato Météo France prevede ancor maltempo e ulteriori piogge nel Pas-de-Calais, dove le autorità locali hanno consigliato ai residenti di restare a casa, di non usare l'auto e di evacuare dalle proprie abitazioni se ordinato dai servizi di emergenza.

Alcuni dipartimenti nell’ovest della Francia si trovano ad affrontare l’allerta arancione, quella di terzo livello, per le inondazioni dovute alla distruzione degli argini dei fiumi.

La furia del maltempo

Morti, edifici spazzati via, disagi nei trasporti in mezza Europa a causa della tempesta Ciaràn. In centro Italia altri fiumi e torrenti sono esondati nel pistoiese mentre secondo una prima stima del governatore della Regione Toscana Eugenio Giani i danni ammontano a circa 250-300 milioni mentre le alluvioni nella zona hanno fatto almeno sette morti.

In 48 ore 3.851 gli interventi portati a termine dai vigili del fuoco nella regione per soccorsi alla popolazione e per far fronte ai danni causati dall'ondata dovuta alla tempesta Ciaran dalle 17 del 2 novembre.

Nelle aree alluvionate di Firenze, Pisa, Prato e Pistoia, si spiega poi dal Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, stanno operando 625 unità (ieri erano 570) e 199 automezzi. Dei vigili impegnati 418 sono dei comandi regionali e 207 sono giunti in rinforzo da altri comandi d'Italia. 

Danni anche in Francia, Bulgaria e Croazia

In Francia, dove Ciaràn ha causato già tre morti, l'ultimo bollettino ora parla di un leggero miglioramento anche se il tempo resta instabile con piogge e venti forti.

Oltre 247.000 famiglie francesi sono rimaste senza elettricità.

Il maltempo non ha risparmiato la Bulgaria dove due persone sono morte nel distretto di Shumen a causa di incidenti legati alle forti tempeste. Nel paese è stato emesso un allerta arancione per ogni distretto. Le forti piogge, accompagnate da forti di raffiche di vento, hanno isolato interi villaggi.

Stessa situazione anche in Croazia dove a causa delle forti piogge che potrebbero provocare improvvise alluvioni è stata diramata l'allerta arancione per la costa adriatica.

Risorse addizionali per questo articolo • Agenzie Internazionali

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Macron apre il Forum della pace di Parigi: "Solidarietà internazionale ai Paesi vulnerabili"

Olimpiadi di Parigi 2024, città blindata e controlli a tappeto: in 4mila interdetti dall'evento

Parigi 2024: previsioni sul medagliere, record che potrebbero essere battuti e programma