Israele chiede le dimissioni di Guterres: "le sue posizioni sono immorali"

Israele chiede le dimissioni di Antonio Guterres
Israele chiede le dimissioni di Antonio Guterres Diritti d'autore Seth Wenig/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il discorso all'Onu António Guterres ha provocato l'ira di Israele che ne chiede le dimissioni. Il Segretario generale è stato definito "immorale" per aver detto che "nessuna parte è al di sopra del diritto internzaionale"

PUBBLICITÀ

Israele ha chiesto le dimissioni al Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, per i commenti secondo cui Israele avrebbe violato il diritto umanitario internazionale nella sua campagna di bombardamenti su Gaza. António Guterres ha chiesto che i civili siano protetti a ogni costo.

Nel suo discorso al Consiglio di sicurezza António Guterres ha denunciato le "chiare violazioni" del diritto umanitario nella Striscia di Gaza da parte di Israele e ha chiesto un “cessate il fuoco umanitario immediato” per alleviare le "immense sofferenze" dei civili palestinesi.

Le sue dichiarazioni hanno suscitato la risposta furiosa dell'ambasciatore israeliano all'Onu, Gilad Erdan, e che lo ha accusato di essere "immorale e imparziale".

"A meno che non chieda subito scusa - ha detto Edan - non c'è giustificazione all'esistenza di questo edificio. Questo edificio è stato costruito per prevenire atrocità".

Anche il ministro degli Esteri israeliano, Eli Cohen, presente al vertice ha risposto senza freni alle parole di Guterres respingendo la sollecitazione a un cessate il fuoco.

“Ditemi, qual è una risposta proporzionata all’uccisione di bambini, allo stupro di donne e al loro incendio, alla decapitazione di un bambino?” Ha chiesto Cohen. “Come puoi accettare un cessate il fuoco con qualcuno che ha giurato di uccidere e distruggere la tua stessa esistenza?”

Il ministro detto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che la risposta proporzionata al massacro del 7 ottobre è “una distruzione totale fino all’ultimo membro di Hamas”, definendo il gruppo estremista “i nuovi nazisti". 

Israele ha annunciato che non fornirà visti ai funzionari delle Nazioni Unite.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pesanti accuse incrociate tra Paesi arabi e Israele all'Assemblea generale dell'Onu

"Costretti a scegliere chi vive e chi muore" Il racconto di un medico da Gaza

Guerra Israele - Hamas: quasi 200 vittime palestinesi in 24 ore, Gaza in macerie