EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Euroviews. Ancora attacchi aerei israeliani. Gaza: 2.750 vittime. Libano: razzo sulla sede dell'Unifil (Onu)

Gaza City, 15.10.2023
Gaza City, 15.10.2023 Diritti d'autore Abed Khaled/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Abed Khaled/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Cristiano TassinariEuronews World - AP - Ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore e non rappresentano in alcun modo la posizione editoriale di Euronews.

Giornata di tragiche statistiche: aumenta il numero delle vittime degli attacchi israeliani su Gaza (2.750) e degli attacchi di Hamas su Israele (oltre 1.400). In totale, sono circa 600.000 i palestinesi che hanno lasciato la Striscia di Gaza, dirigendosi verso sud

PUBBLICITÀ

Un razzo, probabilmente di Hezbollah, ha colpito il quartier generale della missione Onu dell'Unifil, nella base di Naqoura, nel sud del Libano, dove è presente un contingente militare italiano di 1.103 uomini. Non si registrano vittime nè feriti.

"La base non era un obiettivo", secondo il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani, suggerendo che il razzo finito in un'area dedicata alla logistica della base di Naqoura sia frutto di un "errore di calcolo".

"Qualora ci fossero pericoli, i nostri militari saranno fatti rientrare in Italia".
Guido Crosetto
Ministro della Difesa italiano

Attacco imminente

Israele ha continuato i raid aerei anche per tutta la giornata di domenica 15 ottobre e continua ad ammassare decine di migliaia di soldati, ma le operazioni di terra su Gaza - fa sapere Tel Aviv - inizieranno soltanto dopo la completa evacuazione dei civili.

600.000 palestinesi hanno abbandonato negli ultimi giorni le loro abitazioni nel nord della Striscia e a Gaza City e, seguendo le istruzioni giunte da Israele, hanno oltrepassato il Wadi Gaza, nel settore centrale, per mettersi al riparo dai combattimenti. 
Lo ha reso noto il portavoce militare israeliano Daniel Hagari.
Nel corso di una conferenza stampa, Hagari ha smentito accuse giunte da Hamas secondo cui Israele avrebbe colpito quanti si stanno dirigendo verso il sud della Striscia. 
Intanto, Israele ha riaperto l'acqua per la popolazione del sud della Striscia. 

Aumentano le vittime

Aggiornato anche il bilancio delle vittime. 
Secondo Hamas, i bombardamenti israeliani sulla Striscia di Gaza hanno causato 2.670 morti e 9.600 feriti. 
Un migliaio di persone risulta tuttora disperso sotto le macerie.

Secondo le autorità israeliane, sono oltre 1.400 le vittime degli attacchi di Hamas. 

Diplomazia al lavoro

Sul fronte diplomatico, il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha incontrato al Cairo il presidente egiziano Al-Sisi, cercando di convincerlo soprattutto ad aprire la frontiera di Rafah, per completare l'evacuazione almeno dei cittadini palestinesi con passaporto straniero.
 Mentre a Doha, l'Emiro del Qatar, Tamim bin Hamad al Thani, ha ricevuto il capo di Hamas Ismail Haniyeh e il ministro degli esteri iraniano Hossein Amirabdollahian.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Israele utilizza fosforo bianco sui civili di Gaza e Libano": le accuse di due Ong

Hamas denuncia: 13 ostaggi uccisi dai bombardamenti israeliani

Striscia di Gaza: raid israeliano su Khan Younis dopo ordine di evacuazione, decine di morti